Giardini da Visitare

The Cactus Garden In Sweden

Sicuramente particolare non tanto per le piante ma piuttosto per l'habitat non proprio idoneo (siamo a latitudini sopra l'alaska) è l'allestimento svedese che ogni anno ad agosto viene riproposto nella cittadina di Norrköping. Nello stesso punto in inverno la neve ricopre per mesi il suolo e le temperature scendono ben sotto lo zero a Luglio e Agosto la minime sono di circa 15 °C e le massime non vanno oltre i 23 °C
Le forme geometriche ed il tema cambiano di anno in anno. Vengono utilizzate oltre 25mila cactus e succulente a formare motivi particolari e senza dubbio particolare.

 

Maggiori info e foto su: http://bombayoutdoors.com/

Cactualdea Park - Gran Canaria

Calle Tocodomán - 35470- Las Palmas, Spagna

 

E' il più grande cactusPark d'Europa, si trova nell'isola di Gran Canaria ed è inserito in un contesto ambientale molto naturale e caratteristico. Nel parco si possono ammirare migliaia di specie di cactus endemiche e provvenienti da tutto il mondo. Cactualdea mostra al visitatore una grande varietà di cactus. Ci sono circa 1.200 di diverse specie, alcuni importati da alcuni luoghi remoti come il Madagascar, Bolivia e Guatemala. Il parco possiede anche una cantina dove è possibile degustare vini regionali e nazionali, un ristorante, diverse sedi per eventi, negozio di souvenir, ecc. 

Costo del biglietto 7 euro ma ne vale la pena!

 

WEB: http://cactualdea.com/

 

Giardino Esotico Pallanca

Via Madonna della Ruota, 1 - Bordighera (IM)


Il Giardino Esotico Pallanca è uno spettacolare monumento naturalistico realizzato dai discendenti di Bartolomeo Pallanca, giovanissimo"bocia" e poi collaboratore di Lodovico Winter. Vi sono tremiladuecento specie di piante. 

Spicca la preziosa collezione di cactus e succulente, la più importante d'Italia e una delle più importanti d' Europa. La pianta più antica - una "Copiapoa" originaria del Cile, che cresce sulle pendici delle Ande - ha trecento anni. Il Giardino Esotico Pallanca ben si può considerare come l'erede del Giardino Moreno. 

La storia di Bordighera è fortemente legata alla personalità di Ludwig Winter, paesaggista, botanico ed agronomo che collaborò alla realizzazione di molti giardini, parchi e viali della Riviera Ligure e della vicina Costa Azzurra. 

Al suo fianco rimase per molti anni Giacomo Pallanca, che abbandonò la tradizionale coltivazione delle olive nel podere di Airole; fu il figlio Bartolomeo che decise di investire in un settore allora ancora poco conosciuto, dedicandosi con passione alla coltura delle piante esotiche e tropicali, che aveva avuto modo di conoscere durante il suo periodo di apprendistato. 

Nel 1910 decise quindi di fondare lo stabilimento Orticolo Floreale B.Pallanca. Nel periodo prebellico l’attività fu per lo più incentrata sul commercio e la coltivazione di piante ornamentali e fiori recisi mentre dopo la guerra Bartolomeo stesso lavorò intensamente alla riorganizzazione dell’impresa affiancando alla tradizionale cultura verde quella delle Cactacee. 

La famiglia Pallanca, che si occupa ancora oggi della coltivazione di queste specie provenienti da tutto il mondo, vanta un’esperienza internazionale, avendo contribuito all’allestimento dei maggiori Orti botanici d’Europa, del settore esotico del Parco del Montjuich e dei Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano.Questa premessa è senza dubbio necessaria per il visitatore che apprestandosi alla visita del giardino voglia apprezzarne la storia e le peculiarità. 

La collezione di Cactacee e Succulente all’interno della proprietà lasceranno lo spettatore sbalordito davanti ad uno spettacolo tanto raro. Le specie raccolte nei 10.000 mq del giardino raggiungono un numero di oltre 3000 varietà e circa 30.000 esemplari e offrono, per l’ambientazione e la cura con cui sono esposte, uno scenario davvero unico nel suo genere. 

La collezione si dispone in verticale su un gioco di terrazze che offrono ad ogni altezza una vista strabiliante a picco sul mare.

 

Sito internet: http://www.pallanca.it/