Articolo

Aiuto: Euphorbia con macchie nere

La rubrica dei consigli

MArco, un nuovo amico di unsitodelcactus.it mi scrive via mail:

"Navigando in internet sono incappato nel suo sito ed ho iniziato a studiare un po’ quello che c’è scritto, arrivando a capire poco niente a causa delle mie grosse lacune in materia. Mi presento, mi chiamo Marco e adoro le piante grasse in generale e mi sono permesso di acquistare un bellissimo cactus da tenere in casa. Ultimamente però ha iniziato a manifestare dei fastidi: si è raggrinzito su se stesso, evidenziando delle macchie nere ovunque. In allegato trova una foto della situazione. Non penso sia normale come cosa. Cosa posso fare per aiutarlo e non perderlo? Ci tengo veramente tantissimo, però veramente non so che fare e sono completamente negato in materia. Non so cosa acquistare o cosa preparare per poter porre rimedio. Forse il problema è che lo tengo dentro casa? Cosa posso fare ora per aiutarlo a guarire? 

Mi può aiutare Lei cortesemente? Le allego una foto.La ringrazio anticipatamente. "

 

 

 

La mia risposta:

Ciao Marco, grazie di avermi scritto, la tua Euphorbia eritrea sta avendo un attacco fungino. La malattia é già in fase avanzata quindi hai fattobene a scrivere perché bisognerà agire il prima possibile.

Purtroppo per le malattie fungine non esistono prodotti efficaci con la nalattia in corso ma quelli un commercio funzionano solo come metodi preventivi. Le cause possono essere diverse, potresti averla già presa infettata dal vivaio o potrebbe essere comparsa per una posizione di coltivazione non ideale (di solito troppa umidità, poco ricambio d'aria combinato a basse temperature e poca luminosità). Con minime sui 10/12 gradi é necessario che l'aria sia secca e non umida.

Dalle foto le parti colpite sono tante ed estese, io cercherei subito di tagliare le parti malate in modo la lasciare solo le parti completamente sane altrimenti il fungo si propagherà inevitabilmente.

In futuro, in primavera e in autunno puoi trattare preventivamente gon un fungicida rameico da nebulizzare sulla pianta. Sarebbe ancora meglio unnprodotto sistemico che viene assorbito direttamente dall'interno della pianta ma ormai serve il patentino verde.

Ti lascio una foto con l'indicazioni che sembrano da eliminare, valuterai poi tu se il taglio é pulito e non vi é marciume se tagliare più in basso.

Disinfetta la lama ad ogni taglio von acqua e candeggina, mettiti i guanti per evitare di toccare il lattice bianco che uscirà dalle ferite. Per fermare il lattice spruzza un pochino d'acqua von uno spuzzatore. 

Se hai cannella in casa puoi anche aiutare a cicatrizzare la ferita più velocemente mettendone un poco sopra, la cannella ha una forte azione disinfettante. Ovviamente se hai zolfo agricolo meglio ancora ma in dispensa immagino sia decisamente più facile trovare la prima! :)

Fatto questo bisognerà solo avere pazienza, incrociare le dita e osservare che la situazione non peggiori, purtroppo cosa non improbabile con questo tipo di attacchi fungini. 

Sicuramente tenere in casa piante che sono prevalentemente da esterno rende la loro coltivazione più complicata ma se trovi una posizione luminosa magari dietro una finestra esposta a sud non è una missione così impossibile, hanno un forte spirito di adattamento e ci perdonano molti errori in cambio di poche attenzioni!

Non innaffiare sin quando le minime non si stabilizzano sui 15 gradi e le giornate non avranno almeno 11 ore di luce.

Nella foto non si vede il terreno usato, se é quello originale del vivaio di solito é troppo torboso (lo usano per far crescere velocemente le piante), consiglio di eliminarlo completamente e sostituirlo con buon terriccio per cactus che contiene elementi come pomice e agriperlite per renderlo più leggero e drenante.

Eventualmente sul sito cercando "rinvaso" trovi ranti articoli su come preoarare un buon terricvio fai da te.

Spero di esserti stato utile, per me questo é il riconoscimento più prezioso!

Continua a seguirmi e consiglia il sito a qualche amico! Sono anche su Instagram (cerca: @unsitodelcactus) con tante foto delle mie piante!

Buona coltivazione.

Cattura23344.JPG Cattura2334477.JPG

Articoli | 16-02-23 07:22 | Visite: 5K

Commenta prima degli altri!

« Indietro  | 778 di 935 | Avanti »