Articolo

Insetticida e fertilizzante, come e quando usarli?

La rubrica dei consigli

Mi scrive Mauro una mail a info@unsitodelcactus.it 

 

Buongiorno,

Ho letto i vs consigli sulla prevenzione malattie dei cactus e volevo sapere riguardo il "Movento 48sc" quante volte vaporizzarlo e in che periodi dell'anno.

Ho conosciuto una signora grande amante dei cactus e grande conoscitrice che mi ha consigliato il closer 2 volte l'anno in irrigazione e poi il movento in vaporizzazione.

Potresti indicarmi anche un fertilizzante specifico per il periodo estivo, spero in questo modo di perfezionare le mie coltivazioni....dopo purtroppo aver avuto delle morti dolorose. Pensi che il tutto sia valido anche per le euphorbiacee?

Buona giornata.

Grazie anticipatamente

 

 

La mia risposta:

Salve Mauro, grazie di avermi scritto.

Premesso che per l'utilizzo dell'insetticida Movento 48 SC serve il patentino verde, solitamente per le Cactaceae bastano 2 applicazioni l'anno nella soluzione 2 o 2,5ml per litro d'acqua. Per questi insetticidi destinati alla agricoltura nella scheda tecnica non troveremo mai le dosi per le piante grasse quindi puoi basarti sulle dosi per le piante ornamentali generiche.

Essendo un insetticida sistemico con cui di deve bagnare abbondantemente la pianta sei obbligato a darlo quando le piante sono in piena attività vegetativa (non a riposo)  perché i vasi linfatici devono essere ben attivi e ricettivi. 

Se lo usi preventivamente meglio quindi dopo la prima bagnata in primavera e in autunno prima delle ultime, in ogni caso quando le temperature minime sono stabilmente sopra i 10°C.

ll movento funziona meglio per fertirrigazione bagnando per bene sia la parte aerea che tutto il pane di terra, in questo modo il principio attivo può diffondersi con la doppia sistemia (caratteristica di questo prodotto). 

Come per tutti gli insetticidi é importante la rotazione (non usare sempre lo stesso) per non creare resistenze da parte degli insetti.

Le morti per mia esperienza dipendono al 90% da condizioni di cattiva o non perfetta coltivazione o ancora una crescita troppo "spinta". Coltivazione che si perfeziona con il tempo e con l'esperienza e naturalmente leggendo i consigli su www.unsitodelcactus.it :)

Battute a parte io ad esempio preferisco in assenza di infestazioni non usare alcun insetticida, per la mia salute in primis, per la salute degli animali e per non indebolire le piante. Mi rendo conto che il mio micro ecosistema é diverso da tutti gli altri e anche le esigenze quindi potrebbero essere differenti.

Per me é solo un hobby/passione e qualche perdita la metto e va messa sempre in conto. Diffida da chi ti dice che non ha perdite!

Per quanto riguarda i parassiti due trattamenti annuali con un insetticida e un acaricida sia per adulti che per le uova dovrebbe garantirti una difesa completa per qualsiasi Cactacea o succulenta in generale.

Un buon fungicida, anche questo con due trattamenti l'anno proteggerá le piante anche dalle malattie fungine.

Ma come detto sopra, se si riescono a garantire le giuste condizioni di coltivazione (aria, luce, terriccio, acqua e fertilizzazioni), le piante saranno abbastanza resistenti da crescere sane e robuste anche senza pesticidi "pesanti".

Come fertilizzante va bene uno a basso tenore di azoto, solo per citarne uno, il più  famoso, il Ferty 4 ( NPK(Mg) 8-16-24+(4) + microelementi) é molto versatile e utilizzabile su tutti i generi.

Spero di aver risposto a tutti i dubbi.

Buona coltivazione!

 

Approfondisci leggendo altri post sulle Malattie>>>

IMG-20230806-WA0012.jpg IMG-20230806-WA0013.jpg

Articoli | 06-08-23 11:53 | Visite: 502

Commenta prima degli altri!

« Indietro  | 819 di 917 | Avanti »