Articolo

Marciumi su Gymnocalycium

La rubrica dei consigli

Mi scrive Angelo via mail:

Buongiorno, ho un problema con il mio Gymnocalycium sembra grave. All’improvviso mi sono reso conto che aveva questo marciume, dovuto a non so cosa. Da precisare che il cactus è esposto a mezz’ombra (max 2 ore la mattina tra le 9 e le 11, ambiente luminoso, temperature oltre i 30 gradi, umidità 20/30% (adesso sul 60%) Annaffiatura una volta a settimana, acqua filtrata. Cosa è potuto succedere? Ma soprattutto, in che modo posso salvarla? 

Grazie mille.

 

La mia risposta:

Ciao Angelo, grazie di avermi scritto, va bene anche via mail.

Ho visto le foto del tu Gymnocalycium mihanovichii f. variegata, purtroppo sono i marciumi classici al colletto, i più comuni e anche i più temibili. Temibili perché a questo stadio è difficile salvare la pianta e ci si accorge quando ormai è troppo tardi.

Il fungo, se non si interviene rapidamente, in pochi giorni avanza sino a portare alla morte della pianta.

Le cause sono sovrairrigazione, ristagni prolungati, o irrigazione quando il cactus è in dormienza (accade sia per basse temperature che per quelle alte), in estate infatti spesso si perdono molte più piante che in inverno perché si percepisce il caldo e si tende a continuare ad innaffiare la pianta. Le altre cause o concause sono funghi già presenti nel terriccio troppo torboso e che non asciuga rapidamente favorendo lo sviluppo di muffe e funghi.

Io consiglio sempre nell'ultimo strato del terriccio di mettere materiale minerale o pomice/lapillo/zeolite che asciuga velocemente ed è meno soggetto a funghi.

In questo caso specifico devi prendere coraggio e rimuovere tutta la parte malata, subito e completamente! Non deve rimanere nemmeno un millimetro di parte nera. va scavato completamente e se la porzione di fusto rimasta sana sarà sufficiente la pianta rimarginerà la ferita e con estrema pazienza dovrai attendere la nova radicazione. Assicurati di usare una lama ben affilata e disinfettata ad ogni taglio.

Puoi usare cannella per disinfettare il taglio sulla ferita se non hai  prodotti a base rame.

Buona fortuna e buona coltivazione.

angelomarc02.JPG angelomarc03.JPG angelomarc04.JPG angelomarc05.JPG

Articoli | 06-10-23 12:31 | Visite: 528

Commenta prima degli altri!

« Indietro  | 831 di 925 | Avanti »