Articolo

Euphorbia aeruginosa

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Nome scientifico: Euphorbia aeruginosa Schweick., Bull. Misc. Inform. Kew 1935(4): 205 (1935).

Famiglia: Euphorbiaceae

Genere: Euphorbia 

Specie: aeruginosa

Etimologia:  Il genere prende il nome da Euphorbos, il medico greco del re Giuba II di Numidia. La specie prende il nome dal colore della epidermide. Infatti dal latino aerugo (“ruggine di rame o verderame”, quindi verde) +‎ osus (aggiunto a un sostantivo per formare un aggettivo che indica l'abbondanza di quel sostantivo) prende il nome dal colore blu-verdastro

Origine: Repubblica del Sud Africa, Mpumalanga, precedentemente noto come Transvaal orientale (pendici settentrionali del Soutpansberg nella provincia settentrionale e nella valle del Limpopo)

Habitat: Vive in un terreni sabbiosi o sassosi ben drenanti e assolati ad altitudini comprese tra 300 e 900 metri slm.

Descrizione: Pianta perenne succulenta nana con fusti stretti e allungati fino a 40cm di un bel verde azzurro e con un caudice sotterraneo. I rami hanno numerose spine brunastre.  Può ramificare sia al livello del suolo o anche al di sopra. 

Gli steli hanno una sezione di 5-7,5 mm di diametro, con 4 o 5 angoli, spesso contorti a spirale. Lungo le coste sono presenti macchie a scudo brune da cui partono due spine rossastre, accoppiate lunghe fino a 2 cm, e spesso anche una spina basale lunga fino a 1,5 mm. Le infiorescenze sono solitarie, semplici, sessili formate da fiori (ciazi) piccoli giallo brillante che fanno un bel contrasto col colore del fusto e delle spine. Fiorisce dalla fine dell'inverno alla primavera. I frutti contengono tre grossi semi.

Coltivazione: pianta abbastanza comune in coltivazione e  semplice da coltivare. Richiede terriccio drenante e innaffiature regolari dalla primavera all'autunno o sino a quando le minime rimangono sopra gli 11/12gradi. Innaffiare solo se completamente asciutta ed evitare ristagni. Richiede posizione luminosa ma in estate, alle nostre latitudini é meglio proteggerla dai raggi solari diretti in ombra parziale.
La luce gioca un ruolo importante nell'aspetto di questa pianta anche in natura, le piante che crescono in pieno sole  formano cespi compatti e ben ramificati da un unico stelo basso, mentre le piante che crescono in ombraavranno rami più sottili e spine rosse più lunghe e sottili ed un aspetto meno compatto.

Riproduzione: per talea di fusto dopo aver fatto asciugare bene i tagli.

 

Questa pianta è in vendita su SpillyCactus

61uNYAjKLIL._AC_UF350,350_QL80_.jpg

Articoli | 19-01-24 06:17 | Visite: 334

Bella!

Commento del 22-01-2024 20:36 di Utente Non Registrato

« Indietro  | 864 di 925 | Avanti »