Articolo

Ferocactus wislizenii (wislizeni)

La pianta della settimana. Leggi la scheda

Famiglia : Cactaceae
Nome scientifico : Ferocactus wislizenii
Origine : Arizona sud-orientale, New Mexico e Texas. Si trova anche in Messico.
Habitat : Cresce principalmente nel deserto e nelle praterie ma anche in zone collinari esposte a sud da 300 a 1.600 m di altitudine. Accumula molta acqua in due mesi e un tanto sole tutto il resto dell'anno.
Sinonimi : Echinocactus wislizeni
Descrizione: Il Ferocactus wislizenii è un cactus a forma colonnare, solitamente solitario. E' stato dimostrato che vive da 50 a 130 anni.
Fusto: cilindrico, sino a 45-80 cm di diametro, fino a 2 m di altezza, rari esemplari arrivano a 3 (o più) m di altezza.
Coste: 20-28 coste, a volte a spirale. Nei periodi di sicità nelle coste si formano pieghe come una fisarmonica. Con abbondante umidità le pieghe sono sempre meno pronunciate, ma più profonde.
Spine: le spiene variano con l'età della pianta
Spine centrali: da 3 a 4 (o più) dal rosso al grigio, quelle più grandi sono lunghe 3,8-5,0 cm, almeno una è appiattita e uncinata, le spine saranno meno robuste se coltivate in ombra.
Spine radiali: 12 a 20 fini come setole  fino a 4,5 cm di lunghezza.
Radici: L'apparato radicale è superficiale e limitato agli strati superiori del suolo. Di solito solo la radice principale arriva a circa 20 cm.
Fiori: giallo-arancione con striature rossastre e marroni. Circa 5 - 7 cm di lunghezza. Fiorisce in tarda primavera e più spesso in estate e all'inizio dell'autunno.
Frutti: carnosi a forma di ananas, verde giallastro fino a 5 cm di lunghezza. In habitat sono il cibo preferito della fauna selvatica.
Coltivazione: Usare terreno molto drenante, acqua in estate (questa pianta necessita di molta acqua), evitare sempre di bagnare la pianta sopratutto se al sole. Un cactus bagnato nella luce solare può causare bruciature che possono portare a infezioni fungine e morte. Ha bisogno di pieno sole. Far svernare in luogo asciutto a 10 ° C in inverno, ma può tollerare sporadiche gelate.
Propagazione: I semi sono l'unico per riprodurrla.
Curiosità: I frutti di questa pianta sono commestibili, e in passato, i semi sono stati usati per fare la farina. I nativi americani hanno usato anche polpa di cactus per fare le caramelle.

ferocactus_wislizeni_3_697.jpg ferocactus_wislizeni_v_herrerae_436.jpg 1424-ferocactus-wislizeni-ssp-herrerae_1.jpg

Articoli | 18-11-15 16:39 | Autore: Admin | Visite: 7K

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

18-04-2017 Ferocactus alamosanus

27-05-2016 Ferocactus glaucescens

27-03-2016 Ferocactus pilosus

11-02-2015 Ferocactus macrodiscus

12-11-2014 Ferocactus emoryi 

« Precedente | Articolo 263 di 635 | Successivo »