Articolo

Mammillaria compressa

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

Genere: Mammillaria

Specie: compressa

Etimologia: Il genere deriva da mamílla mammella in riferimento all'aspetto dei tubercoli a forma di capezzoli più o meno grandi . La specie deriva dal femminile di "compressus", che significa "compresso", e si riferisce all'abitudine di crescita della specie con teste molto ravvicinate tra loro.

Origine e habitat: è endemica del Messico centrale da Hidalgo verso nord fino a Tamaulipas e verso ovest fino a Queretaro ad altitudini che vanno da 1.000 a 2.240 m

Habitat: in natura esistono diverse p

Sinonimia: Cactus compressus, Mammillaria beralensis, Mammillaria angularis, Cactus longisetus, Mammillaria cirrhifera, Mammillaria longiseta, Mammillaria triacantha, Mammillaria conopea, Mammillaria esseriana, Mammillaria tolimensis 

Descrizione: La Mammillaria compressa é un cactus inizialmente solitario, poi forma grossi cespi larghi fino a 1 m. I fusti sono sferici appiattiti all'apice con epidermide grigio-verde bluastra, diametro fino a 10 cm e 25 cm di altezza. Tubercoli conici con lattice,  prominenti, ravvicinati, angolati e carenati. tra le ascelle é presente lana bianca e setole. solitamente non ha spine centrali (a parte alcune sottospecie) e da 4 a 6 radiali: diverse tra loro, color bianco gesso con punte brunastre, lunghe 20-70 mm, alcune molto corte. Fiorisce a inizio primavera con piccoli fiori a campana, dal rosa violaceo al rosso intenso, 1-1,5 cm di diametro. I frutti sono i tipici drl genere a forma di mazza, rossi. Sono succosi e contengo decine di semi marron.

Coltivazione: è ffacilemolto da coltivare, ha una crescita abbastanza rrapidaed é molto tollerante al freddo. Anche per questo é abbastanza comune in coltivazione. 

Ha bisogno di una posizione luminosa, annaffiare regolarmente dalla primavera all'autunno solo se completamente asciutta, non irrigare in inverno.In inverno se mantenuta asciutta è resistente fino a -5 ° C ma anche meno per brevi periodi.

da noi in Sardegna si adatta bene a crescere all'aperto tutto l'anno.

Si espande in larghezza formando cespi quindi utilizzare ciotole tonde con ampi fori di drenaggio ed un buon terriccio che non rimanga umido a lungo (aggiungere sempre una buona parte di inerti). Se si vuole favorire la fioritura dopo le prime irrigazioni della stagione fertilizzare con concimi a basso contenuto di azoto e rispettare la dormienza invernale lasciando asciutta.

Propagazione: semplice da semina in primavera o separando i fusti laterali. 

 

La prima foto é di M. Compressa in coltivazione [PingCactus Instagram], la seconda in habitat

Screenshot_20240412_064723_Instagram.jpg Screenshot_20240412_064539_Chrome.jpg

Articoli | 12-04-24 06:49 | Visite: 233

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

« Indietro  | 901 di 918 | Avanti »