Articolo

Weingartia neocumingii

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactacee

Genere: Weingartia (ad oggi Rebutia). Questa specie era considerata strettamente correlata a Gymnocalycium e Rebutia, ma nessuno di questi posizionamenti è supportato da studi sul DNA, quindi per questo motivo c'è ancora molta confusione sulla nomenclatura di piante appartenenti a questo genere. Ancora molti coltivatori continuano a considerarlo un genere valido e si rifiutano di includerlo in Rebutia per via delle evidenti differenze.

Nome scientifico: Weingartia neocumingii Backeb., Kakteen And. Sukk. 1950, no. 2: 2 (1950).

Etimologia: Questo genere è dedicato all'imprenditore e botanico tedesco Wilhelm Weingart (1856-1936), studioso di Cactaceae. La specie deriva dal greco neos 'nuovo' + cumingii, collezionista inglese di storia naturale in Cile Hugh Cuming (1791-1865).

Origine: Bolivia ( Chuquisaca, Cochabamba, Potosí and Santa Cruz)

Habitat: questo cactus cresce tra le rocce a 1400-3000 metri sul livello del mare. 

Sinonimia: Lobivia cumingii, Rebutia neocumingii, Echinocactus neocumingii  Weingartia brachygraphisa, Weingartia buiningiana, Weingartia corroana, Weingartia erinacea, Weingartia hediniana, Weingartia knizei, Weingartia mairanana ,Weingartia mataralensis
Weingartia multispina, Weingartia neocumingii var. mairanensis, Weingartia pulquinensis, Weingartia pulquinensis var. corroanus, Weingartia pulquinensis var. mairanensis, Weingartia saipinensis, Weingartia trollii

Descrizione:  E' una bella cactacea molto variabile per quanto riguarda le spine e il colore dei fiori che vanno dal giallo all'arancio.  E' u ncactus solitamente solitario, con aspetto da globoso molto tubercolato, appiattito all'apice, largo fino a 10 cm, alto max 20 cm. Si contano da 16 a 18 coste tubercolate, spesso spiralate. Ciascuna areoal ha da 2 a 8 spine centrali lunghe fino a 2 cm e da 5 a 24 spine radiali giallastre con punte brune, lunghe circa 1 cm.
Fiorisce tra la primavera e l'estate con piccoli fiori di 2 cm di lunghezza e 2,5 cm di diametro, distribuiti su tutto il corpo della pianta (a differenza delle altre rebutia in cui i fiori sono molto vicini al meristema. Questa specie può produrre fino a 4 fiori da ciascuna areola.

Coltivazione: è una pianta abbastanza facile se coltivata con molta luce e in un luogo ben ventilato. E' incline a marcire, se il terrcccio non è drenante, soprattutto in estate se innaffiata con le alte temperature. Coltivare in posizione molto luminosa (evitando pieno sole in estate) ed innaffiare solo se completamente asciutta dalla primavera all'inizio autunno con una pausa nei mesi più caldi. 

In inverno resiste se ascitta a brevi gelate (max -5*C)  anche se è preferibile ricoverarla in inverno a +5°C di minima.

Riproduzione: da seme o innestando i polloni che emette dalla base

Foto Instagram togemania_no_heya

weingartianeocumingii.JPG

Articoli | 10-05-24 14:46 | Visite: 134

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

« Indietro  | 911 di 925 | Avanti »