Articolo

Opuntia macrocentra

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia : Cactacee

Genere: Opuntia

Specie: macrocentra

Nome scientifico :  Opuntia macrocentra Engelm.

Etimologia: Il genere Opuntia venne usato già in epoca classica per indicare una pianta originaria dei dintorni di Οπος Opoûs. La specie macrocentra significa spina lunga

Nome comune : Opuntia violacea

Sinonimia : Opuntia violacea var. macrocentra , Opuntia shreveana, Opuntia violacea, Opuntia violacea var. castetteri, Opuntia violacea var. gosseliniana, Opuntia chlorotica var. gosseliniana, Opuntia gosseliniana 

Origine : Stati Uniti: Arizona, Nuovo Messico, Texas sudoccidentale e Messico nordoccidentale

Habitat: zone semidesertiche.Cresce su diversi tipi di suolo, nelle macchie xerofile e nelle praterie desertiche, prevalentemente nelle pianure sabbiose, ma anche in montagna e sui pendii rocciosi

Descrizione: E' una delle circa 360 specie del genere Opuntia, uno dei più numerosi tra le Cactacee. E' una pianta perenne eretta dal fusto ramificato che con l'età forma un cespuglio alto sino a 1 metro circa ma molto più largo come diametro (sino a 3 metri) . Le pale che tecnicamente si chiamano "cladoli" non sono altro che fusti appiattiti a forma ovale, lunghi 10cm o max 20cm, sono di un bel colore che va dal rosso al viola. La sfumatura viola è maggiore intorno alle areole e sui bordi, anche se l'intera pianta può essere viola in inverno. Il colore viola è dovuto al pigmento betalaina più evidente quando le piante sono stressate dal freddo, dall sole intenso o dalla siccità.

Sulle pale sono presenti numerose areole disposte in file diagonali e densamente ricoperte di spine chiamate "glochidi" da marrone chiaro a bruno-rossastro. 
Le spine in ogni areola sono 1-3( max4), solitamente aciculari o leggermente appiattite. Quelle delle areole nei margini della pala sono lunghe sino a 12 cm e completamente dritte.
In estate produce fiori  lunghi 5-10 cm con 6-7 cm di diametro, gialli con gola rosso brillante, il rosso si estende come una "striscia mediana" sui tepali (raro in Opuntia). I fiori durano solitamente un solo giorno, si aprono a metà mattina e si chiudono di notte.
I frutti sono ovoidali,  e succulenti e succosi a maturità con poche areole, lunghi 2,5-4 cm, di colore da porpora a rosso rosato, commestibili che maturano in estate-autunno. 

Coltivazione: Facile anche se lenta , cresce bene nel nostro clima mediterraneo in piena terra e in giardini rocciosi all'aperto. Ha bisogno di una posizione luminosa, anche pieno sole. Meglio pero' in estate cercare una posizione in cui riceva pieno sole al mattino  ma ripararla dal sole forte delle ore più calde. Non richiede terricci specifici ma è bene fornirle terreno ben drenante con il solito mix di terriccio universale, sabbione e inerti in parti uguali. Irrigazioni abbondonati ma diradate dalla primavera a fine estate per poi farla svernare all'asciutto in inverno. Anche se resiste sino a -7°C completamente asciutta è meglio evitare le gelate con umidità prolungata. 

Riproduzione: Facile per seme o talea. Per talea è sufficiente staccare le pale e riporle a radicare in posizione verticale interrate per 1 max 2 cm su un substrato poroso matenuto solo leggermente umido.  

Malattie: è spesso colpita prima delle altre piante dalla cocciniglia. Per questo è bene osservarla sempre con attenzione per potere agire prontamente con un buon anticoccidico.

 

Immagine tratta da xeraplants.com

opuntia-macrocentra-1.jpg

Articoli | 01-06-24 10:54 | Visite: 70

Commenta prima degli altri!

« Indietro  | 920 di 925 | Avanti »