News

Hoya kerrii  

La pianta della settimana. La scheda


Origine: Sud Est Asiatico (Cambogia, Laos, Sumatra, Thailandia) 

Famiglia: Asclepiadaceae

Portamento: strisciante o rampicante, foglie grandi a forma di cuore, succulente e piuttosto distanziate lungo il fusto, sul quale in natura, e ove l'elevata umidità lo consente, si formano radici aeree che restano tali o si fissano sulla corteccia dei tronchi. 

Note: divenuta famosa perchè spesso commercializzata come singola foglia radicata a forma di cuore 

Fioritura:Le dimensioni delle infiorescenze sono paragonabili a quelle delle più comuni H. bella ed H. carnosa. I fiori hanno un delicato profumo che ricorda quello del caramello ed appaiono sporadicamente. 

Substrato: poroso, grossolano, ben drenato di origine preferibilmente vegetale. 

Coltivazione:  Le Hoya amano il caldo e resistono fino a 24-27 gradi. La temperatura minima invernale non deve scendere sotto i 10-13 °C. L' esposizione migliore è un'illuminazione molto forte, per potere ottenere la fioritura, ma riparata dai raggi solari diretti. Le annaffiature dovranno essere regolari in estate, senza mai lasciar asciugare il substrato, specialmente Hoya bella. Attenzione però a non inzupparlo, in quanto l'apparato radicale è molto delicato e tende a marcire. Ridurre ad annaffiature occasionali in inverno.

Moltiplicazione: per porzione di fusto con almeno due nodi; se temperatura ed umidità sono insufficienti l'emissione di radici è notevolmente ritardata. 

fP1140108Hoya.kerrii.jpg hoya_kerrii.jpg hoya_kerrii3.jpg

News | 20-11-2013 07:33 | Autore: Admin | Visite: 14588

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

24-03-2020 Pyrenacantha malvifolia

16-03-2020 Ariocarpus lloydii

07-02-2020 Adromischus rupicola

29-01-2020 Sclerocactus papyracanthus

23-01-2020 Puna bonnieae

« Precedente | Articolo 112 di 599 | Successivo »