Articolo

Fockea edulis

La pianta della settimana. Scheda tecnica.

 

Famiglia : Asclepiadaceae

Nome scientifico :  Fockea edulis

Provenienza : Namibia, Sud Africa (Capo Nord, Western Cape)

Sinonimi : Fockea cylindrica

Descrizione: pianta Caudiciforme con radici contorte. Il caudex si presenta spesso e di colore grigio, raggiunge fino a 30 (max60) cm di diametro. In natura presenta piccoli tubercoli e la chioma è parzialmente o totalmente sotto il livello del suolo.  Esso tende a crescere più velocemente quando interrato. Foglie: verdi e oblunghe. Tutto il fogliame verranno persi durante il periodo di dormienza invernale se la temperatura scende sotto i 10°C circa. 

Rami: ha rami più grossi e tralci sottili che possono raggiungere una lunghezza di 80 centimetri o più ,tendono ad aggrapparsi su qualsiasi supporto disponibile. Meglio tenerla distante dalle altre piante perchè i rami si aggrapperebbero su di esse.

Fiori: di colore bianco-verde, non molto appariscenti, ma leggermente profumati, sono larghi  sino a 1,5cm. E' una pianta dioica, quindi per produrre i semi si ha bisogno di una pianta maschio e una pianta femmina. I fiori sono impollinati dalle mosche della frutta. Fiorisce a fine estate. frutti: baccelli di color Grigio.

 

Coltivazione: Questa specie è resistente e di facile coltivazione. Da gennaio ad aprile entra in riposo vegetativo e rallenta la crescita.  Negli altri mesi per garantire una crescita regolare fornire acqua regolarmente e fertilizzante in estate.  Le radici sono soggette a marciumi  in inverno se bagnate, mantenere quindi asciutto o fornire poca acqua solo per impedire al caudex di avvizzire.  Non ha bisogno si terreni particolari l'importante che abbiano inerti per consentire un drenaggio molto veloce. Tollera temperature sino a a -2°C. Si può coltivare all'aperto e può sopportare inverni relativamente umidi e freddi (mantenendola asciutta ovviamente). Predilige sole o ombra leggera, ma il caudice dovrebbe rimanere costantemente in ombra. 

Propagazione: difficile attecchimento da talea. Preferibile per semina.

 

Curiosità: Anche se il nome 'edulis' indica la pianta è commestibile ( infatti in passato è stato consumata dalla popolazione originaria dell'Africa meridionale), è necessaria una cottura lunga ed elaborata per liberare gli alcaloidi che sono presenti in essa.

fe_441.jpg Fockea_edulus_fl.jpg

Articoli | 05-07-14 07:25 | Autore: Sergio | Visite: 7K

Nascondi 1 Commenti

e' possibile distinguere pianta maschio da una femmina?

Commento del 16-04-2019 15:53 di Roberto

Ti potrebbe interessare anche:

23-10-2020 Ceropegia armandii

06-10-2020 Opuntia monacantha

16-10-2020 Crassula marnieriana

30-09-2020 Delosperma lehmannii

15-09-2020 Lithops divergens

« Precedente | Articolo 152 di 642 | Successivo »