Articolo

Adenium obesum

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Apocynaceae

Genere: Adenium

Nome scientifico: Adenium obesum

Nomi comuni: Rosa del deserto, oleandro del Madagascar, albero bottiglia, anouk 

Habitat: Africa del sud, Namibia e Socotra, In natura può crescere fino a 2 metri di altezza o più.

Descrizione: pianta succulenta caudiciforme con fusti ramificati di colore marrone/grigio rigonfi alla base  che hanno il compito di immagazzinare acqua.

Foglie: le foglie sono ovali, brillanti e coriacee, con venature sulla base inferiore.

Fiore: di colore rosa, bianchi o cremisi, con i margini esterni più scuri, compaiono sui nuovi rami e raggiungono il diametro di 13 cm. I fiori sono seguiti da frutti verdi bilobati. Il fiore dell’Adenium è composto da 5 petali di colore bianco, rosa  o rossi. Le estremità sono in genere più scure. I fiori raggiungono una dimensione di 15 centimetri e nascono, in genere, sui rami che sono stati potati. L’Adenium fiorisce in primavera e fino all’autunno. Il fiore è molto delicato. Dopo il fiore l’Adenium produce un grande frutto dalla forma arcuata che contiene dei semini.

Esposizione: il fusto deve avere luce e sole ma il caudice è meglio non esporlo ai raggi diretti del sole; in appartamento deve essere esposta vicino ad una finestra o sui davanzali.

Temperatura: la minima invernale non può scendere sotto i 10 gradi perché ama il clima caldo asciutto, per cui in inverno è meglio ricoverarla in serra o appartamento.

Annaffiature: nel periodo di vegetazione, (giugno-settembre) va irrigata spesso soprattutto se la chioma ha le foglie ma sempre facendo attenzione che il terriccio sia completamente asciutto tra una innaffiatura e l'altra. Da ottobre a maggio va innaffiata solo per evitare di non far avizzire completamente il caudice. Le piante poste in un vaso piccolo necessitano però di annaffiature più frequenti.

Fertilizzazione: durante il periodo di crescita o di fioritura dev'essere dato un fertilizzante liquido per cactacee ogni due settimane, a basso contenuto di azoto, dimezzando la dose prevista nelle indicazioni.

 

Terreno: terriccio  per cactus o mix di terra da giardino + terriccio di foglie + sabbione e inerti vari (perlite, ghiaia ecc) in modo che Il terreno resti ben drenato e asciughi più velocemente per evitare marciumi. Preferire vasi alti perchè l'Adenium ha una radice molto grossa e lunga.

 

Moltiplicazione: si effettua per seme. Le piante nate da seme fioriscono dopo circa 4/5 anni. Per talea può essere innestata su oleandro.

 

Parassiti e malattie: teme molto il freddo poiché può farla marcire. Può essere attaccata dalla cocciniglia e dal ragnetto rosso

 

Curiosità: Gli antichi abitanti della Namibia usavano il latte velenoso degli Adenium per avvelenare le loro frecce  da usare per la caccia.
In commercio o nei vivai lo si trova spesso coltivato come bonsai in modo da far ingrossare il caudice e mantenere la chioma compatta.

 
adenium1.JPG adenium2.jpg AdeniumObesum.jpg

Articoli | 25-07-2014 07:28 | Autore: Sergio | Visite: 7631

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

01-08-2020 Weingartia kargliana

25-07-2020 Tylecodon buchholzianus

04-07-2020 Drosanthemum Hispidum

27-06-2020 Agave potatorum

20-06-2020 Euphorbia schubei

« Precedente | Articolo 158 di 627 | Successivo »