News

Sterilizzare la terra con il microonde

mito o realtà? Le mie esperienze

 

Leggendo su vari forum in rete si leggono spesso esperienze contrastanti sull'uso del microonde per sterilizzare il terriccio. Ho letto di alcuni che lo usano con risultati apprezzabili altri che, per non uccidere i microorganismi "buoni" dal terreno lo evitano. Prima di raccontarvi la mia esperienza riporto da wikipedia una differenza importante tra disinfezione e sterilizzazione.

La disinfezione: è una misura atta a ridurre tramite uccisione, inattivazione od allontanamento/diluizione, la maggior quantità di microrganismi  (batteri, virus, funghi, protozoi, spore, ecc, solitamente il metodo piu' facile per ottenerla è alzare la temperatura infatti già sopra i 37 °C si riduce la vitalità e sopra i 45 °C comincia ad uccidere i germi.

La sterilizzazione: consiste in qualsiasi processo chimico o fisico che porti all'eliminazione di ogni forma microbica vivente, comprese le spore e i funghi.

Usare il microonde per sterilizzare il terriccio è  pratico ed economico. L'azione dei sistemi a micronde si basa su i due principi, termico e non termico. L'effetto termico deriva dalla capacità di generare rapidissime vibrazioni molecolari determinando un aumento della temperatura alterando le capacità vitali e funzionali dei microrganismi. L'effetto non termico è dovuto all'energia trasportata dalle onde elettromagnetiche che viene trasferita alla materia colpita.  I due effetti combinati sono piu' efficaci e la riduzione microbica è maggiore rispetto all'uso del solo effetto termico.

Personalmente è da anni che uso il microonde per sterilizzare la terra per le semine, almeno per quei semi piu' "preziosi", ovviamente non avrebbe senso sterilizzare solo la terra se poi si usano contenitori non sterili, per questo motivo sarebbe piu' opportuno parlare di disinfezione. Per i contenitori solitamente li lavo per bene con acqua calda e candeggina, in questo modi mi assicuro di aver eliminato una buona quantità di microorganismi.Per la terra basta riporla umida in un contenitore (non chiuso) al microonde (io non uso la massima potenza ma lo metto a 500watt) per un massimo di 4 minuti. A volte per essere sicuro ripeto per due o tre cicli. E' importante mettere assieme al contenitore della terra anche un bicchiere con acqua in modo che il microonde non si rovini (l'acqua assorbe l'energia in piu') inoltre in questo modo posso vedere quando l'acqua raggiunge la temperatura di ebollizione.

I benefici che ho notato con l'uso di questo metodo schematicamente sono:
- si ritarda la formazione di alghe e muffe;
- posso aumentare la percentuale di terriccio di foglie per una crescita piu' rapida;
- posso ridurre l'uso di fungicidi;
- posso lasciare chiuse le seminiere piu' a lungo (anche dopo la germinazione dei semi);

Conclusioni: Tutto sommato credo che sia una tecnica valida, ovviamente per le semine il fattore terreno è quello più importante. E' fondamentale avere un terriccio con piu' percentuale di sabbia e meno di foglie in modo da restare il più sano possibile.

PS: Ovviamente declinerò ogni responsabilità se fate esplodere il vostro forno a microonde!

 

 

Guarda il video di come usare il microonde per sterilizzare la terra per la semina


Mar 18 Novembre 2014 alle 17:13 | Autore: Admin | Visite: 12125

Ti potrebbe interessare anche:

24-12-2013 Acqua, Aria, luce e terra

« Precedente | Articolo 133 di 348 | Successivo »