News

Stenocactus multicostatus

La pianta della settimana. Scheda tecnica

 

Nome scientifico: Stenocactus multicostatus

Genere: Stenocactus 

Origine: Messico (Coahuila, Chihuahua, Durango) 

 

Habitat: Questa specie vive in praterie erbose e durante i periodi di siccità riceve ombra da sassi e rocce.

 

Sinonimi: Stenocactus multicostatus, Brittonrosea multicostata, Echinocactus multicostatus, Echinofossulocactus multicostatus, Echinofossulocactus zacatecasensis var. moranensis, Efossus multicostatus

 

Nomi comuni: Cactus Onda, Cactus Cervello

 

Descrizione: Lo Stenocactus multicostatus conosciuto come Echinofossulocactus multicostatus è un cactus a crescita lenta, con molte costole strette, molto acute, diritte o ondulate. La spinagione è assai variabile come la formao e il numero di costole. Per questo è molto difficile identificarli.  Crescer sino a raggiungere una larghezza di 6-15 cm ed una altezza di 6-12 cm, ha forma sferica leggermente depressa con epidermide color grigio-verde. 

Costole: in genere da 50 a 100 (ma a volte fino a 150) molto strette, sottili, più o meno ondulate. 

Areole: Ci sono solo 2 o 3 areole in ogni costola, 

Spine radiali: 4-6 di lunghezze diverse.  Spine centrali: 2 o 4, quella superiore larga e appiattita, dal bianco crema al marrone, lunghe fino a 5 cm, larghe 3-4 mm. Le spine inferiori sono più brevi e rivolte verso il basso. 

Fiori: Dall'apice, larghi circa 2,5 cm, con un tubo corto,di colre bianco, rosato viola o porpora (o raramente giallastro) con screziature  viola più scuro. Fiorisce in Primavera.

 

Coltivazione : facile. Basta un vaso piccolo perchè è una specie a lenta crescita. Cresce bene in un mix molto drenante  ma non ha particolari esigenze di terreno. Rinvasare ogni 2 - 3 anni. Cresce meglio in posizioni ben ventilate e molto luminose. Annaffiatura: acqua regolarmente durante l'estate (Marcisce facilmente, soprattutto se si bagna la pianta anzicchè il terreno). Lasciare asciugare tra le annaffiature. Sospentere le irrigazioni da settembre o comunque entro ottobre per permettere alla pianta di entrare a riposo. Se il terreno rimane umido c'è il rischio che la pianta con l'umido ed il freddo perda parte dell'apparato radicale. Da marzo in poi la pianta comincerà a crescere. Da maggio iniziare ad irrigare gradualmente. Aiutare la crescita con fertilizzare con potassio in estate. Non fertilizzare se la pianta è stata rinvasata di recente o se il compost è fresco.

Resistenza: quando dormiente la pianta tollera fino a circa -5 ° C o meno), 

Esposizione: Essi hanno bisogno di molta luce per sviluppare la loro spinagione tipica, ma diversi cloni variano per tolleranza al pieno sole. Tuttavia durante le ore più calde in estate è meglio ripararle. Se tenuta troppo all'ombra tende a diventare eccessivamente verde e rigogliosa e potrebbe essere soggetta a marciume

 

Propagazione: da seme, le piantine giovani non amano la luce intensa e devono essere rinvasate frequentemente. Si può provare a riprodurla staccando qualche pollone da una piante adulta. Ricordatevi però di lasciare asciugare per qualche giorno il taglio (talee piantate troppo presto facilmente marciscono prima che possano sviluppare le radici). Posare sul terreno o in sabbia umida. 

 

Altre foto da Google

 

 

Stenocactus_multicostatus_pm.JPG img_0-515016_stenocactus_multicostatus_gd.png Stenocactus_multicostatus-side-1024.jpg

Mer 3 Dicembre 2014 alle 15:45 | Autore: Sergio | Visite: 5743

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

17-05-2015 Stenocactus coptogonus

« Precedente | Articolo 123 di 436 | Successivo »