Articolo

Conophytum bilobum

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia : Aizoaceae

Nome scientifico :  Conophytum bilobum

 

Origine : Zona occidentale del Sud Africa (Northern Cape, vicino al fiume Orange e parco di Namaqualand)

 

Habitat:   Forma areali molto vasti in terreni semidesertici, ben drenati e ricchi di quarzo. In inverno riceve acqua concentrata in 2/3 mesi all'anno.

 

Etimologia : Queste piante vengono chiamati così per via dei due caratteristici lobi. Dal latino bi = "due" e greco λοβος = "lobo dell'orecchio" 

 

Sinonimi : Mesembryanthemum bilobum, Conophytum cordatum, Conophytum Auctum,  Conophytum Gregale,  Conophytum curtum, Conophytum var incurvum. incurvum, Conophytum absimile.

 

Descrizione: succulenta cespitosa e abbastanza robusta, con brevi steli bilobati. Hanno una elevata variabilità quindi tra loro possono differire per forma e colore. Alle nostre latitudini in estate la nuova coppia di foglie si forma all'interno del fusto per poi spuntare fuori quando le foglie dell'anno precedente inizia a seccare. Le vecchie foglie fungono da protezione e da nutrimento nel periodo di riposo che solitamente va da agosto a marzo. Raggiunge 3 centimetri di diametro e 7 centimetri di altezza. L'estremità delle foglie è bilobata a sezione ovale. I margini delle foglie possono essere rossastri.  L'epidermide è glabra e lucida di colore verde-biancastro, rosa intenso o verde-marrone, leggermente maculate o uniformi.

Fiore: Da noi fiorisce in autunno, di giorno, sono grandi fino a 3 cm di diametro e 2,5 di lunghezza, hanno da 24 a 60 petali e i fiori sono gialli.
Frutto: il frutto come le Lithops è una capsula composta da5/8 sezioni che si apre a contatto dell'acqua liberando centinaia di minuscoli semi (piccoli meno di 1mm).

 

Coltivazione: C. bilobum è uno dei "sassi viventi" più facili da coltivare. Tenere in posizione luminosa e ventilata (non correnti d'aria). Meglio però mezz'ombra in estate. Coltivare in terreni poveri, sabbiosi e ben drenati (io uso 50%sabbia e 50% mix cactus). Io preferisco vasi in terracotta che fanno respirare e asciugare prima il terreno.
Solitamente riprendono l'attività vegetativa in tarda primavera/estate, quando le nuove foglie iniziano a comparire tra quelle dell'anno precedente che si seccheranno completamente. In questo momento fornire acqua ma con molta attenzione e parsimonia (nel dubbio meglio non irrigare).  Peeferiscono acqua leggermente acida (non del rubinetto) e meglio se a temperatura ambiente (si puo' far decantare alcuni giorni aqua della rete idrica). Quando le foglie cominciano a raggrinzirsi in autunno sospendere completamente le irrigazioni. Ricoverare a temp superiori a 5 gradi °C (resiste comunque a brevi gelate). Non richiede travasi frequenti, può essere coltivata nello stesso vaso per 5 anni o più. 

Propagazione: Può essere riprodotta sia per talea che per semina. Per talea si procede partendo da una pianta adulta, effettuare un taglio netto e con lama disinfettata dopo la fioritura, riporre in terreno sabbioso tenuto sempre leggermente umido. Prendete il taglio da una pianta madre adulta .  Per la semina invece si procede come per le altre grasse facendo prendendo però le dovute precauzioni ovvero sterilizzando terriccio e vasi di semina ed utilizzando un buon fungicida. 

 

Altre foto da Google

10109PS_Conophytum_bilobum_copy.jpg bilobum_conop.jpg Conophytum-bilobum-3.jpg

Articoli | 10-05-15 07:54 | Visite: 7K

Nascondi 5 Commenti

Dove posso acquistarla?

Commento del 01-06-2020 11:39 di Utente Non Registrato

puoi acquistarla online su uno dei negozi specializzati consigliati nella sezione negozi

Commento del 01-06-2020 15:31 di Sergio

Dove posso acquistare?

Commento del 04-10-2020 19:15 di Utente Non Registrato

Salve Sergio.. Il mio bilobum di circa una decina di teste ha fiorito un mesetto fa, ma in questo periodo nonostante venga irrigato presenta delle grinze come non assorbesse liquidi.. Ho effettuato il rinvaso l anno scorso in composto molto drenante.... Mi sai dare delle dritte? Complimenti per la tua rubrica

Commento del 08-09-2022 14:41 di Utente Non Registrato

Grazie, in questo periodo corretto innaffiarli, magari per non rischiare marciumi da irrigazioni eccessive prova a nebulizzarli con acqua piovana o decantata la mattina presto

Commento del 14-09-2022 19:33 di Sergio

« Indietro | 207 di 773 | Avanti »