Articolo

Acanthocalycium spiniflorum 

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae 

Genere: Acanthocalycium 

Nome scientifico:   Acanthocalycium spiniflorum 

Etimologia: Il nome del genere deriva dal latino “acanthus” che significa spina e “calix” che significa calice con riferimento al tubo floreale coperto da spine; il nome della specie è la combinazione delle parole latine “spina” = spina e “flos, floris” = fiore. 

Origine:  Argentina, province di Buenos Aires, La Pampa, Santa Fe e Córdoba 

Habitat: zone occidentali interne asciutte della pianura della pampas e zone semidesertiche orientali delle ande ad altitudini tra i 900 e i 2000 metri.

Sinonimi:   Echinocatus spiniflorum, Echinopsis spiniflora, Acanthocalycium klimpelianum, Echinopsis violacea,  Acanthocalycium Violaceum, Lobivia spiniflora, Acanthocalycium spiniflorum 'Violaceum'.

Descrizione: cactus solitario inizialmente con fusto globoso poi leggermente allungato sino a 15 cm di diametro. Anche se ha una crescita lenta puo' raggiungere una altezza di 30cm (in natura si trovano esemplari sino a 60cm). Il fusto è di colore verde chiaro con l'apice vegetativo coperto da lanuggine.  
Sul fusto sono presenti da 16 a 20 coste con areole leggermente lanose distanti tra loro da 1 a 2 cm circa. Ogni areola ha da 10 a 20 spine robuste e leggermente ricurve color grigio con l'estremità più scura. Le spine radiali sono lunghe sino a 2 cm, le centrali sino a 4 cm. La radice è fibrosa.

Fiori: Fiorisce copiosamente a inizio estate. I fiori sono imbutiformi grandi sino a 6 cm e spuntano dall'apice vegetativo. Di colore dal viola/lilla al bianco lleggermente rosati. Le fauci del fiore sono invece verdognole, gli stami gialli. Il frutto è squamoso grande 1 cm con piccoli semi neri.

 

Coltivazione: semplice. si tratta di una pianta robusta con poche esigenze. Posizionare al sole o comunque in posizione molto luminosa. Ha bisogno di un terreno ben drenante (va bene composta standard con 1/3 di sabbia + 1/3 di terra di campo e 1/3 di torba). Annaffiare regolarmente in estate ma tenere asciutto in inverno. E' molto resistente al gelo sino a -12°C (se asciutto ovviamente). 

Propagazione: semina (raramente pollona).

 

Immagini da Google

10_Acanthocalycium_spiniflorum_violaceum__.jpg acanthocalycium-violaceum.jpg

Articoli | 24-11-15 08:59 | Autore: Sergio | Visite: 3K

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

21-11-2020 Crassula falcata

23-10-2020 Ceropegia armandii

07-11-2020 Opuntia cylindrica f. crestata

06-10-2020 Opuntia monacantha

16-10-2020 Crassula marnieriana

« Precedente | Articolo 264 di 651 | Successivo »