Articolo

Euphorbia lactea

La pianta della settimana. Scheda tecnica

 

Famiglia : Euphorbiaceae

Nome scientifico :  Euphorbia lactea 

Origine : cresce spontaneamente in Asia tropicalesoprattutto in India. 

Nomi comuni: Albero ossa di drago, ossa di drago, euphorbia Candelabro, Cactus candelabro

Sinonimi : Euphorbia Lattea

Descrizione: Euphorbia con fusto si colore verde scuro con nervature longitudinali verde chiaro. Cresce sino a 6 metri. Gli steli invece raggiungono 5cm di diametro con 3 (o 4 costole) leggermente tubercolate (a differenza della Euphorbia trigona che ha margini più dritti). Ha spine corte brune e foglie decidue molto piccole (spesso assenti).

Questa specie è comunque molto variabile in coltivazione, ne esistono diverse forme e ibridi. Tra i più interessanti trovaimo: 

E. lactea forma 'Ghost' di colore quasi completamente bianco.

E. lactea forma 'gigante' con crescita abbondante

E. lactea forma 'crestata' con crestatura a ventaglio.

E. lactea variegata forma 'crestata' con crestatura a ventaglio e colori più o meno variegati.

Coltivazione: Euphorbia Lactea è abbastanza facile da coltivare. Va esposta a mezz'ombra e non al sole diretto soprattutto per le forme variegate. Sono resistenti sino a  5°C soprattutto se innestati. Euphorbia lactea cresce in natura in climi tropicali quindi si adatta bene anche ad ambienti umidi. Il terriccio adatto deve essere leggermente più ricco rispetto a quello di altri cactus ma comunque sempre ben drenante (aggiungere pomice e sabbia).

Irrigare abbondantemente quando il terreno è asciutto durante la stagione di crescita (dalla primavera all'autunno) anche più di una volta alla settimana durante la stagione calda.  Nei mesi invernali, sospendere le irrigazioni con temp. minime al di sotto dei 10gradi o comunque limitarle durante i mesi freddi se la si ricovera in casa. 

 

Riproduzione: Per talea. Le forme variegate e crestate sono difficili da coltivare sulle proprie radici per questo spesso in commercio si innestano su Euphorbia canariensis o Euphorbia resinifera.

NB: come sempre attenzione al lattice delle Euphorbie irritante soprattutto per gli occhi e per la pelle.

 

Immagini da Google

Euphorbia_lactea_img.jpg Euphorbia_lactea_var.jpg euphorbia_lactea.jpg Euphorbia_lactea_cristata.png

Articoli | 25-06-16 13:52 | Visite: 16K

Nascondi 10 Commenti

Bellissime! Ne ho due, ma sono nei piccoli vasetti, con pochissima terra. Mi dispiacerebbe vederle morire, ma non so se bisogna cambiare vaso. Grazie!

Commento del 31-01-2019 22:35 di Utente Non Registrato

Ogni 2/3 anni meglio rinvasare eliminando la vecchia terra e rinvasando con buon mix per cactus

Commento del 01-02-2019 07:02 di Utente Non Registrato

Salve ho bisogno del vostro aiuto , la mia piantina oltre a vedere la cresta bruciata sicuramente dal freddo x sta fuori m, mi dite cosa devo fare ? Ha anche un figlioletto .cosa devo fare grazie

Commento del 16-02-2020 06:49 di Utente Non Registrato

Ciao, carica la foto della pianta creando il tuo album, vedendola pi facile capire come cercare di salvarla

Commento del 16-02-2020 20:09 di Sergio

Buongiorno, vorrei capire come mai la mia euphorbia sembra soffrire nei nuovi bracci (cresciuti tutti tra giugno ed agosto. Le punte sembrano marcire, poi si seccano. stata innaffiata dal garden a maggio, poi vedendola crescere molto bene non lho pi toccata... ora per sembra sofferente. Forse poca acqua? Grazie.

Commento del 04-09-2020 15:17 di Utente Non Registrato

Se esposta in pieno sole potrebbe essere bruciatura. Le piante andrebbero abituate gradualmente al sole pieno

Commento del 06-09-2020 06:00 di Sergio

Salve anche io ho comprato una crestata, adesso in casa, quando posso annaffiarla?

Commento del 05-01-2021 13:07 di Utente Non Registrato

se in casa e le temperature minime non vanno mai sotto i 10 gradi puoi innaffiarla ogni volta che il terreno tutto completamente asciutto

Commento del 07-01-2021 08:15 di Sergio

Buongiorno ho una euphorbia lactea cristata e la base si risucchiata nel giorno di un paio di giorni. Possiedo qesto cactusare da 12 anni e non aveva mai avuto problemi. Cosa posso fare?

Commento del 20-03-2021 09:45 di Utente Non Registrato

Pubblica la foto nel tuo album ler poter diagnosticare meglio il problema

Commento del 23-03-2021 20:52 di Sergio

Ti potrebbe interessare anche:

« Indietro | 303 di 696 | Avanti »