News

Eriosyce napina 

La pianta della settimana. Scheda tecnica.

 

Famiglia : Cactaceae

Nome scientifico : Eriosyce napina 

Etimologia: Il genere Eriosyce deriva dalle parole greche Erion (εριον) che significa lana e Sykos che significa frutto. (frutti di lana). Le specie napina deriva invece dal latino "napus"  che significa "rapa", più il suffisso "inus" che significa simile (somigliante a una rapa)

Distribuzione : Regioni costiere del Cile (Atacama) in particolare è presente ne sud di Freirina nella valle del Huasco (deserto Costal di Huasco)

Habitat :  Cresce in una delle zone più aride del mondo a partire da 200metri di altitudine, tra rocce e dune di sabbia nel terreno sabbioso e argilloso.

Sinonimi : Echinocactus napinus, Neoporteria napina, Neochilenia napina, Thelocephala napina, Chileorebutia napina, Chilenia napina, Echinocactus mitis, Neochilenia mitis, Neochilenia imitans, Neochilenia neoreichei, Reicheocactus neoreichei, Echinocactus napinus.  

Descrizione: Piccolo cactus solitario di forma sferica leggermente appiattita con radice a fittone (come una carota). Cresce fino a 3-5 cm di diametro e raggiunge i 6cm di altezza (in coltivazione). Il colore al sole è scuro con colorazioni che vanno dal verde (posizione meno assolata) al marrone con toni grigio/oliva. Ha tubercoli pronunciati e arrotondati  (più grandi della ssp. lembckei). Sulle areole sono presenti una decina di corte spinde di color grigio o nero.

I fiori sono lunghi 3-4 cm e 4-6 cm di diametro, di colore crema o rosa pallido con screziature rosso mattone. Il frutto maturo è grande, vistoso, rosso, avvolto in una densa lanuggine bianca (caratteristica del genere).   Fiorisce in primavera e i fiori durano 3/4 giorni.

Coltivazione: Non semplicissimo da coltivare per via del fatto che sono inclini a marcire. A volte infatti vengono innestato per evitare marciume radicale. Posizionare al sole anche se possono tollerare una posizione di ombra alta. Hanno bisogno di un vaso profondo con un buon drenaggio. 
In inverno lasciare asciutto ad una temperatura minimo non inferiore ai 5°C). Anche se si è dimostrato che per brevi periodi può resistere sino a -10°C.
 
 
Propagazione: da seme.
 
Note: Esistono numerose varietà di E. napina spesso controverse ad esempio: E. napina forma viridis, E. napina ssp. lembckei, E. napina ssp. . Lembckei v duripulpa, E. napina ssp. mitis forma glabrescens, E. aerocarpa (E. napina aerocarpa).
 
 
 
Neoporteria_napina_tavola_botanica.jpg Eriosyce_napina_fl.jpg Eriosyce_napina.jpg

Sab 2 Luglio 2016 alle 8:54 | Autore: Sergio | Visite: 2612

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

06-08-2017 Eriosyce ceratistes

« Precedente | Articolo 234 di 442 | Successivo »