Articolo

Euphorbia trigona cv. royal Red

La pianta della settimana. scheda tecnica

Famiglia: EUPHORBIACEAE

Genere: Euphorbia

Sinonimi: Euphorbia Trigona cv. royal Red, Euphorbia Trigona f. rubra, Euphorbia hermentiana 

Etimologia: il nome della specie “trigonus” deriva dall'aggettivo greco “τριγωνος” che sta ad indicare i tre angoli degli steli.

Origine: Euphorbia Trigona è endemico dell'Africa centrale (Angola, Malawi e Gabon).

Nomi comuni: albero del latte, cactus cattedrale, Good Luck Plant

Descrizione: Euphorbia Trigona è una euphorbia sempreverde. E' ormai comune in coltivazione per il suo colore rosso bordeaux. Gli steli hanno sezione triangolare e diametrio sino a 6cm, brevi spine dritte bruno-rossastro lunghe 5-6 mm e foglie lanceolate lunghe sino a 1cm che solitamente cadono in inverno. Ricresceranno in primavera. Ha un portamento eretto ramificato e può raggiungere 2 metri o più se coltivata in piena terra. Euphorbia Trigona è ampiamente coltivata anche all'interno come pianta in vaso. Gli steli possono avere margini più scuri o variegature di colore rosso/verde più o meno intenso. Non produce fiori.

Coltivazione: Euphorbia Trigona cv. Royal Red è una specie facile da coltivare. Richiede terreno ben drenato e pieno sole. Ve bene un mix al 50% di terriccio di foglie e 50% di inerti (pomice, lapillo, sabbia e ghiaia...). L'importante è ripararla dal vento, perchè i fusti alti potrebbero essere danneggiati. Cresce abbastanza velocemente rispetto ad altri cactus, in soli 3-5 anni raggiunge anche due metri di altezza. Per garantire una crescita regolare trapiantare ogni 2/3 anni in primavera.  Fornire acqua regolarmente durante la stagione di crescita (da marzo a settembre) senza far ristagnare nel sottovaso. Mantenere invece quasi completamente asciutto in inverno. Resiste a temperature minime sino a 10° 

Propagazione: per talea visto che non produce fiori/semi. Si tagliano nuovi rami alla base, si lava il lattice con acqua fredda e si fa asciugare il taglio per qualche settimana. Poi si interra per 1/2 cm su substrato poroso mantenuto umido. 

Attenzione: Tutte le euforbie contengono una linfa bianca (lattice) che può essere irritante per gli occhi e le mucose. In caso di contatto con la linfa bianca, fare attenzione a non toccare il viso o gli occhi. 

 

 

Altre immagini da Google

 

a404af0c4417ce83334d65a36cc27467.jpg 8319834519_6648e22d67_b.jpg

Articoli | 24-03-17 08:51 | Autore: Sergio | Visite: 6K

Nascondi 6 Commenti

Salve, vorrei sapere, per favore, come far ramificare un’Eiphorbia, grazie

Commento del 29-03-2020 08:39 di Utente Non Registrato

basta cimare la punta e spruzzare acqua per fermare l'uscita del lattice

Commento del 31-03-2020 09:39 di Sergio

bungiorno, è possibile far ramificare una eufhorbia? come? grazie

Commento del 30-05-2020 10:05 di Utente Non Registrato

Bisogna cimare di netto il fusto con una lama affilata e disinfettata

Commento del 30-05-2020 12:59 di Sergio

Salve, nel momento del rinvaso quanto può essere più grande il nuovo vaso rispetto a quello precedente? Grazie in anticipo!

Commento del 18-09-2020 17:05 di Utente Non Registrato

Dipende dall'apparato radicale. Non deve essere necessariamente più grande ma deve essere grande abbastanza da accogliere tutte le radici nellanuova terra

Commento del 18-09-2020 20:56 di Sergio

Ti potrebbe interessare anche:

20-06-2020 Euphorbia schubei

18-07-2020 Euphorbia neohumberti

24-04-2020 Euphorbia pugniformis

02-04-2020 Euphorbia polygona

17-02-2020 Il genere Euphorbia

« Precedente | Articolo 358 di 635 | Successivo »