News

Mammillaria candida

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceee

 

Genere: Mammillaria (ora Mammilloydia che è una combinazione tra Mammillaria e Neolloydia,  questo nuovo genere si è resa necessaria per diversità nella struttura dei semi e nella fioritura)

 

Specie: candida

 

Nome scientifico: Mammilloydia candida

 

Sinonimi e varietà: Chilita candida, Chilita estanzuelensis, Mammillaria candida, Neomammillaria candida, Mammilloydia candida var. estanzuelensis, Mammillaria candida var. estanzuelensis, Mammilloydia candida subs. ortizrubiona, Mammillaria candida subs. ortizrubioana, Mammillaria ortizrubiana, Mammilloydia ortizrubiana, Neomammillaria ortizrubiana, Mammilloydia candida f. rosea, Mammillaria candida var. rosea, Mammillaria candida f. rosea, Mammillaria sphaerotricha var. rosea, Mammilloydia candida var. rosea, Neomammillaria candida var. rosea, Mammilloydia candida var. sphaerotricha, Cactus sphaerotrichus, Mammillaria candida var. sphaerotricha, Mammillaria estanzuelensis, Mammillaria sphaerotricha.

 

Origine: Mammillaria candida è distribuita in una vasta area nel centro del Messico, negli stati di San Luis Potosì, Coahuila, Nuevo Leon e Tamaulipas ad altitudini comprese fra i 500 ed i 2500m.

 

Habitat: Cresce in un'area pianeggiante ben drenata in crepacci di roccia calcarea. Questa specie si trova spesso sotto cespugli xerofili dove vivono altre specie tra cui Pelecyphora strobiliformis , Turbinicarpus pseudopectinatus , Gymnocactus subterraneus , Echinocereus conglomeratus , Coryphantha scolymoides , Mammillaria lenta , Astrophytum senile , Astrophytum capricorne ,Echinocactus platyacanthus , Yucca filifera , Ferocactus hamatacanthus , Ferocactus histrix , Ferocactus glaucescens , Hechtia glomerata , Neobuxbaumia euphorbioides , Agave stricta , Agave deweyana , Agave xylonacantha, Thelocactus hexaedrophorus e Glandulicactus uncinatus.

 

Descrizione: La Mammilloydia candida chiamata popolarmente "Palla di neve" è una pianta grassa apprezzata per la fitta spinagione bianca e densa che copre il fusto. Questa mammillaria ha un portamento solitario, inizialmente sferico leggermente depressa in cima, non pollona se non in tarda età (a differenza della v. caespitosa). Col passare degli anni si allunga e si ingrossa in alto. raggiunge 30 cm di altezza e 15 di larghezza. Il fusto è di colore verde bluastro ma completamente coperto da spine.

Ha tubercoli cilindrici, ottusi, non scanalati, lunghi da 5 a 6 mm, con setole 4-7 bianche. Si contano da 6 a 12 spine centrali bianco candido o bianco rosato spesso con punta rosa o marrone, lunghe 5-10 mm e sino a 120 spine radiali, lunghe fino a max 15 mm. 

I fiori si aprono in primavera attorno all'apice dalle ascelle dei tubercoli più giovani . Sono lunghi 2-3 cme di colori dal rosa al bianco con venature rosso verdastro o color crema, e margini bianchi, il centro spesso è viola chiaro. Stami bianchi e stigma violaceo (o verde). A maturazione completa il frutto è rosso, di forma oblunga e clavata, succoso, grande 7-14 mm. Contiene semi neri, lucenti, di circa 1 mm di diametro.

 

Coltivazione: E' una specie a crescita lenta ma semplice da coltivare perchè non richiede particolari cure. Richiede posizione molto luminosa o pieno sole per una fitta spinagione e una abbondante fioritura . L'esposizione ideale sarebbe garantirle pieno sole al mattino e ombra alta il resto del giorno. Coltivare in terreno per cactus poroso con poca materia organica (torba, humus) e rinvasare ogni 2-3 anni in vasi non necessariamente più grandi e con fori di scolo grandi.  Innaffiare regolarmente in estate aspettando che asciughi bene tra una irrigazione e l'altra perchè le radici marciscono se rimangono in terreni umidi a lungo. In inverno mantenere asciutto in luogo ventilato e con bassa umidità. È abbastanza resistente al gelo se tenuto asciutto, resiste a -5 ° C (max -12°C). 

 

Malattie: possono essere attaccate all'apice da cocciniglia e ragnetto rosso che trovano l'ambiente confortevole per diffondersi nascoste tra la densa spinagione

 

Propagazione: principalmente per semina visto che solo in età adulta produce polloni. I semi germinano in 7-14 giorni a 21-27 ° C in primavera.  Le talee possono essere prelevate in primavera e in estate quando le temperature superano i 20°C. Tagliare il gambo con un coltello affilato e sterile, lasciare il taglio in un luogo caldo e asciutto per almeno una settimana fino a quando si forma un callo sulla ferita. Far radicare su sabbia tenuta umida.

 

Altre foto da Google Immagini

 

dad8757af4d7504449d54f1fa9a78bb4.jpg 13bf12fd2e6c3dd0efd27b615f0f15e4.jpg

Sab 12 Maggio 2018 alle 10:23 | Autore: Sergio | Visite: 374

Ti potrebbe interessare anche:

01-03-2018 Mammillaria gracilis

23-02-2018 Mammillaria thornberi

03-07-2017 Mammillaria duwei 

08-08-2016 Mammillaria camptotricha

10-07-2016 Mammillaria carmenae

« Precedente | Articolo 366 di 394 | Successivo »