News

Kedrostis africana

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia:Cucurbitacee

Genere: Kedrostis

Provvenienza:Africa del sud

Sinonimi:Bryonia africana , Bryonia dissecta , Bryonia grossulariifolia . Bryonia multifida . Bryonia pinnatifida , Coniandra africana  , Coniandra digitata , Coniandra dissecta , Coniandra glauca , Coniandra grossulariifolia , Coniandra pinnatisecta Schrad . Coniandra punctulata Sond . Cyrtonema digitata Schrad . Kedrostis digitata , Kedrostis glauca, Kedrostis grossulariifolia ,Kedrostis punctulata, Rhynchocarpa africana , Rhynchocarpa dissecta.

Descrizione:  È una pianta caudiciforme monoica quindi gli organi riproduttivi maschili (stami) e femminili (pistilli) sulla stessa pianta, comunemente nota come "Cetriolo del babbuino", la parte aerea è rampicante, filiforme e raggiunge diversi metri di lunghezza (sino a 6). Questi germogli crescono dal ceppo tuberoso sotterraneo (caudice) dove vi è la riserva d'acqua per questo è molto resistente alla siccità. Nella coltivazione il tubero è parzialmente sopra il terreno. La pianta è abbastanza variabile in coltivazione. In generale il caudice puo' raggiungere fino a 50cm di diametro, ha una forma più o meno sferica, legnosa, un po 'appiattita, di colore da grigio chiaro a marrone pallido. E' coperto di piccole verruche. 

Le foglie sono lunghe circa 6-10 cm, alternate, hanno forma triangolare, palmate divise in 3 o 5 lobi, lobi lanceolati o lineari-lanceolati.  Picciolo lungo 4-12 mm. Superficie leggermente ruvida. 

In estate produce piccoli fiori gialli o crema diversi tra maschi e femmina. Se impollinati produce frutti simili a bacche rosse o gialle con una decina di semi neri.

Coltivazione: Non richiede particolari cure anche se cresce molto lentamenteRichiede abbondanti e diradate irrigazioni dalla primavera all'estate, ma è incline a marcire se è troppo bagnata. Ama la posizione soleggiata anche se in estate predilige ombra alta. Evitare quindi il sole diretto. In inverno se le temperature non sono troppo rigide si puo' bagnare ma solo se il caudex non è turgido e particolarmente molle al tatto. Coltivare in vasi con grandi fori di scolo e terriccio leggermente acido e molto drenante per evitare marcescenze. In inverno comunque anche se tollera brevi gelate non irrigare mai a temperature minime prossime allo zero.

Riproduzione: Semi / Talee

 

Altre foto da Google Immagini

IMG_2440s.jpg 8420d4f044adda587bac47b41e478f68.jpg ked-afr.jpg

Sab 4 Agosto 2018 alle 8:23 | Autore: Sergio | Visite: 209

Ti potrebbe interessare anche:

13-10-2018 Euphorbia tirucalli

22-10-2018 Monilaria pisiformis

01-10-2018 Argyroderma pearsonii 

09-09-2018 Marlothistella stenophylla

03-09-2018 Xerosicyos danguyi

« Precedente | Articolo 386 di 402 | Successivo »