News

Crassula muscosa

La pianta della settimana. Scheda tecnica.

Famiglia: Crassulaceae

 

Genere: Crassula

 

Nome scientifico: Crassula muscosa

 

Sinonimia e specie affini: 

Crassula lycioides, Crassula lycopodioides, Sedum lycopodiodes, Sedum muscosum, 

Tetraphyle lycopodioides, Crassula anguina, Combesia muscosa var. anguina, Crassula imbricata, Crassula littoralis, Combesia muscosa var. littoralis, Tetraphyle littoralis, 

Crassula licopodioide f. acuminata, Combesia muscosa var. acuminata, Crassula licopodioide f. fragilis, Combesia muscosa var. fragilis, Crassula licopodioide f. fulva, 

Combesia muscosa var. fulva, Crassula licopodioide f. purpusii, Combesia muscosa var. purpusii, Crassula licopodioide var. variegata, Combesia muscosa var. variegata, 

Crassula pseudolycopodioides, Combesia muscosa var. pseudolcopodioidi, Crassula licopodioide var. pseudolycopodioides. 

 

Origine: Sud Africa ma ormai molto presente nelle zone temperate

 

Descrizione: la Crassula muscosa è una pianta erbacea sempreverde rustica molto coltivata alle nostre latitudini. E' formata da numerosi fusticini eretti e molto ramificati lunghi sino a 30 cm circa. I fusticini sono ricoperti da piccole foglie triangolari di color verde chiaro/pisello, lunghe pochi millimetri che danno ai fusti un aspetto squamoso come la pelle dei serpenti. Le foglie sono opposte a a due a due perpendicolarmente in modo da formare sul fusto a sezione quadrangolare. I rami più vecchi alla base lignificano diventando di color grigio. 

In tarda estate produce nell’ascella delle foglie piccole infiorescenze di color giallo-verde, molto simili allo stesso colore della pianta poco appariscenti. I fiori non hanno un buon profumo.

 

Coltivazione: Facile, ottima per giardini rocciosi all'esterno. Tende ad essere molto invadente e disordinata col tempo. Per questo è suggerito a inizio primavera moltiplicarla sfoltendo le parti apicali in modo da rinnovare le piante più vecchie che col tempo iniziano a lignificare e perdere le foglie alla base. Posizionare in un ambiente molto luminoso, preferibilmente protetta dalla luce diretta del sole soprattutto nelle ore più calde in estate.

Nel periodo di vegetazione dalla primavera all'autunno irrigare abbondantemente aspettando che la terra asciughi completamente. In primavera aiutare con un fertilizzante per cactus.

In inverno teme il gelo ma se tenuta asciutta e in ambienti areati resiste a temperature basse anche all'aperto. Ricoverare all'interno se le temperature rimangono per più giorni sotto i 5/6 gradi.

Il terreno deve essere ben drenante, va bene il classico mix standar per cactus (1/3 terriccio fertile, 1/3 sabbione e 1/3 terra di giardino); 

 

 

Moltiplicazione: facile per talea di fusti in primavera. Tagliare fusti di 10cm circa, lasciar asciugare qualche giorno e posizionare preferibilmente in verticale su terriccio fertile mantenuto leggermente umido.

 

 

 

Altre foto da Google Immagini

450px-Crassula_muscosa_Grubosz_2006-05-03_01.jpg Crassula_muscosa.jpg

Mer 28 Novembre 2018 alle 15:41 | Autore: Sergio | Visite: 83

Ti potrebbe interessare anche:

11-03-2018 Crassula Morgan's Beauty 

30-01-2018 Crassula picturata

18-07-2016 Crassula capitella

18-06-2016 Crassula barbata

12-10-2015 Crassula alstonii

« Precedente | Articolo 405 di 407 | Successivo »