News

Trichocereus scopulicola

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

 

Genere: Trichocereus

 

Specie: scopulicola

 

Sinonimi:

Echinopsis scopulicola, Trichocereus cv. Super Pedro, Trichocereus scopulicolus, Trichocereus scopulicola NMCR, Trichocereus cordobensis, Trichocereus crassicostatus

 

Etimologia

Il nome del genere Trichocereus deriva dal greco Thrichòs, "pelo" e Cereus "cero/candela". Le piante di questo genere hanno infatti un portamento colonnare tipico dei Cereus e areole setolose con lanuggine.

 

Origine:

Trichocereus scopulicola è una specie di Trichocereus boliviano. Fu scoperto da Friedrich Ritter durante una delle sue spedizioni in Bolivia nel 1959 vicino a Tarija

 

Habitat:

In natura è abbastanza raro, la pianta cresce nella provincia di O Connor nelle foreste di altri cactus come il Trichocereus bridgesii o il Trichocereus pachanoi intorno al Dipartimento di Tarija a circa 1000-1500 metri.

 

Descrizione:

Trichocereus scopulicola è un grande cactus a portamento colonnare. Può raggiungere un'altezza di 4 metri anche se la maggior parte degli esemplari è più piccola. I fusti hanno un diametro compreso tra 5 e 10 centimetri e una bella epidermide verde scuro.

Si contano 4-6 costole anche se molti esemplari ne hanno cinque. Le areole sono solcate e hanno pochissima lanugine bianca. Sono arrotondate o ovali, lunghe 1-4 mm e larghe 1-2 mm. La distanza tra le areole è compresa tra 15 e 30 mm. Le areole che formano fiori hanno un diametro di 4-5 mm. Le piante adulte spesso perdono le spine, hanno (se presenti)  3-6 spine molto piccole e lunghe fino a 1,5 mm.

Le piantine giovani sono abbastanza diverse da quelle adulte: hanno 6-7 costole, areole fino a 2 mm di diametro e 3-5 mm di distanza l'una dall'altra, 7-14 spine aghiformi (lunghe 2-3 mm), di cui due sono spine centrali.

Trichocereus scopulicola fiorisce dall'apice, ma ci sono piante dove i fiori escono dai punti più bassi della pianta. Il fiore è bianco e lungo 15-22 centimetri. Il Trichocereus scopulicola è una specie a fioritura notturna, ma i fiori rimangono aperti fino alla tarda mattinata. I frutti sono verdi  e grandi fino a 6 centimetri.

 

Coltivazione:

Sono cactus molto resistenti alla siccità, ma in estate gradiscono abbondanti annaffiature. Tuttavia, non dovrebbero essere annaffiate quando fa freddo.Preferiscono un mix di terreno puramente minerale perché si asciuga molto più velocemente ed evita ristagni. In inverno resisrtono a basse temperature (sino a -5°C)  temperatura minima. Posizionare in posizione luminosa, anche pieno sole, ripararlo solo in estate nelle ore torride. La classica posizione sole al mattino e ombra alta la sera sarebbe l'ideale.

 

Moltiplicazione:

PEr seme o talea. Le semine garantiscono incroci con fioriture particolari mentre le talee hanno il vantaggio di essere veloci ma identiche alla pianta madre.  Spesso il trichocereus scopulicola è usato come porta innesto.

 

Curiosità:

Molti sostengono che questa specie contenga la mescalina (sostanza allucinogena naturale della classe delle feniletilamine), un recente studio pubblicato nel settembre 2010 dall'International Society for Ethnopharmacology ha confermato che lo strato esterno verde dell'epidermide effettivamente ne contiene una piccola percentuale. 

 

ALtre foto di Trichocereus scopulicola

640px-Echinopsis_scopulicola.jpg Echinopsis_scopulicola_NMCR_(1).jpg

Mer 30 Gennaio 2019 alle 7:39 | Autore: Sergio | Visite: 147

Commenta prima degli altri!

« Precedente | Articolo 409 di 424 | Successivo »