News

Echeveria lilacina

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia:  Crassulaceae

 

Genere:  Echeveria

 

Nome scientifico: Echeveria lilacina (Kimnach & Moran)

 

Etimologia: Il genere Echeveria prende il nome dal pittore messicano Atanasio Echeverria (XVIII sec.), artista, botanico e naturalista messicano famoso per i suoi dipinti di piante, il nome della specie deriva dal latino lilaceus (lillacino) per il suo color lillacino (violaceo chiaro)

 

Origine: Nuevo Leon (nord del Messico).

 

Nomi comuni: Echeveria Ghost

 

 

Descrizione: Echeveria lilacina è una succulenta a rosetta molto attraente per il suo bel colore.  Ha una crescita lenta, raggiunge 15/20 cm di diametro. Le foglie sono grigio-argento, a forma di cucchiaio, carnose e disposte a rosetta simmetrica. I fiori sono di colore rosa pallido o color corallo. Emergono su piccoli racemi arcuati sulla cima di steli rossastri di circa 15 cm. Il periodo di fioritura è inizio della primavera.

 

In commercio si trovano numerosi ibridi (Sottospecie/cultivar) tra cui: Echeveria  'Lola', Echeveria  'Moondust' e Echeveria  'Orion'.

 

 

Coltivazione: Sono piante abbastanza semplici. Bisogna evitare ristagni d'acqua e possibilmente bagnare evitando di lasciare che l'aqua resti sulle rosette. Sarebbe preferibile bagnare dal basso. Quando secche è opportuno rimuovere le foglie morte dal fondo della pianta. Bagnare dalla primavera all'autunno quando il terrisccio è completamente asciutto. Rinvasare ogni 2 o 3 anni in primavera e aspettare almeno una settimana dopo il trapianto prima di bagnare. In inverno lasciare asciutta, resiste a temperature inferiori allo 0 (sino a -10°C circa).

 

Moltiplicazione

E' abbastanza semplice moltiplicarla. I metodi più semplici sono la moltiplicazione per pollone e per talea di foglie. In entrambi i casi si effettua a marzo/aprile appoggiando le foglie o i fusti su substrato principalmente sabbioso dopo aver aspettato alcuni giorni che il taglio si sia asciugato.

La riproduzione da seme è più lunga ma puo' regalare ibridi leggermente diversi dalla pianta madre. Meglio effettuarla tra gennaio e marzo su substrato sabbioso umido e coperto da pellicola per i primi mesi.

 

 

Altre foto di Echeveria lilacina 

echeveria-lilacina.jpeg echeveria-lilacina.jpg

Sab 16 Febbraio 2019 alle 8:53 | Autore: Sergio | Visite: 303

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

19-03-2019 Echeveria agavoides

16-03-2016 Echeveria nodulosa

« Precedente | Articolo 411 di 428 | Successivo »