News

Turbinicarpus krainzianus

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

Genere: Turbinicarpus

Nome scientifico: Turbinicarpus pseudomacrochele subs. Krainzianus

Etimologia: Turbinicarpus deriva da túrbo, -inis turbine, vortice, trottola e dal greco καρπός carpós frutto: con frutti d'aspetto conico e/o con andamento elicoide. LA specie deriva dal botanico svizzero Hans Krainz (1906-1980).

Origine: Messico (Queretaro o Hidalgo)

Sinonimia: Turbinicarpus pseudomacrochele subs. krainzianus, Neolloydia krainziana, Pediocactus pseudomacrochele var. krainzianus, Strombocactus pseudomacrochele var. krainzianus, Toumeya krainziana, Toumeya pseudomacrochele var. krainziana, Turbinicarpus krainzianus,Turbinicarpus pseudomacrochele var. krainzianus

 

Descrizione: Turbinicarpus pseudomacrochele ssp. il krainzianus è un piccolo cactus solitario, ma quasi sempre si ramifica dalla base dopo alcuni anni. 

Il fusto cresce fino a 4 cm di altezza e 8-12 mm di diametro, è di colore verde scuro.  La radice è tuberosa, lunga fino a 3-4 cm e larga 5-8 mm. Gli esemplari coltivati hanno generalmente anche un diametro maggiore di quello mostrato nella descrizione.

Ha circa 11 costoledisposte a spirale con tubercoli affusolati nella parte superiore, lunghi 4 mm. Le areole sull'apice del tubercolo sono lanose quelle più giocani nude le altre.

Da giovane ha solo spine radiali poi con l'età presenta spine dorsali curve lunghe 12-30 mm, di colore bruno-giallastre (diventano grigie con punte scure).

In estate, anche le piante giovani, producono fiori diurni, apicali lunghi fino a 2 cm, con circa 12-16 tepali giallo o crema o verdognoli. Antere gialle. I fiori hanno uno strano odoire di muffa (deidrogeosmina).

I frutti hanno forma sferica o ovale, lunghi 3-5 mm, nudo con resti di fiori secchi. Si aprono divisi verticalmente quando sono maturi e contengono 20-25 semi neri di 1mm circa.

Coltivazione: è una specie a crescita lenta ma abbastanza facile e robusta da coltivare, ma a crescita molto lenta. 

Ha bisogno di terriccio per cactus minerale sabbioso con un ottimo drenaggio ed un vaso profondo per contenere la radice napiforme. Puo' essere coltivato in pieno sole ma in estate è meglio proteggerlo dai raggi diretti. Ha una buona tolleranza al calore.

Innaffiare sino a quando le temperature minime restano al di sopra dei 10°C e solo se la terra è completamente asciutta dalla irrigazione precedente. Attenzione perchè se viene innaffiata troppo la radice tende ad aprirsi e marcire, soprattutto dopo il trapianto. Mantenere asciutto in inverno e in una posizione areata. Sopporta temperature sino a 5°C ma anche brevi gelate in condizioni di bassa umidità e se completamente asciutta.

Fertilizza con un concime a basso contenuto di azoto una o due volte durante la stagione di crescita (evita di farlo nelle prime e nelle ultime irrigazioni della stagione).

Riproduzione: Da seme in primavera. 

 

 

Altre foto di Turbinicarpus krainzianus

 

9351960233_15cc6abc22_b.jpg

News | 30-11-2019 18:01 | Autore: Sergio | Visite: 40

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

29-10-2018 Turbinicarpus jauernigii

04-04-2015 Turbinicarpus alonsoi

20-11-2014 Turbinicarpus viereckii 

16-06-2012 Turbinicarpus polaskii

« Precedente | Articolo 582 di 583 | Successivo »