Articolo

Lana di roccia per la semina?

Esperimento: substrati per la semina

Incuriosito da alcune foto su instagram mi sono documentato ed ho scoperto che é possibile utilizzare come substrato per la semina la lana di roccia. Materiale naturale, economico e facilmente reperibile. Perché non provare?

 

Teoricamente é un materiale sterile formato da rocce  vulcaniche (basalto)  con un ottima ritenzione idrica e con un buon rapporto aria/acqua. Questo dovrebbe favorire la germinazione e contenere la formazione di muffe e marciumi. Di contro sará praticamente privo di nutrienti per questo bisognerà  preparare una soluzione di acqua (possibilmente distillata o piovana) con concime solubile un po' come si fa nella coltivazione idroponica.

La lana di roccia tenderà a diventare alcalina (ph 7) quindi bisognerà correggere il ph con acidi. Inizialmente userò un cucchiaio di aceto di mele ogni litro d'acqua. Alcuni suggeriscono anche succo di limone che é più concentrato ma contenendo zuccheri c'é il rischio che attiri insetti indesiderati.

I professionisti usano acido citrico, si trova nei consorzi agrari, ma per il momento non ho intenzione di acquistarlo. Prima di seminare i cubi di lana di roccia andrebbero lasciati in ammollo in acqua ed eventualmente concime ed ormone radicante per almeno 24 ore.

 

Ecco la mia prima semina su lana di roccia... vedremo quali saranno i risultati!

 

 

Tu hai mai seminato su lana di roccia? Scrivi la tua esperienza nei commenti qui sotto!

20200209_075117.jpg 20200209_075053.jpg

Articoli | 09-02-20 08:15 | Autore: Sergio | Visite: 210

Commenta prima degli altri!

« Precedente | Articolo 579 di 635 | Successivo »