Articolo

Il genere Euphorbia

Un genere vasto con una infiorescenza particolare!

Il genere Euphorbia  comprende un vasto numero di piante della famiglia delle Euphorbiaceae sia erbacee che legnose. 

Il nome Euphorbia (assegnato da Linneo) deriva probabilmente dal dottore del re Juba II di Mauritania (Marocco). Euphorbus significava "ben nutrito" proprio a indicare il fatto che il dottore fosse bello in carne!

 

Il genere comprende piccoli alberi, arbusti, rampicanti e piante erbacee. Buona parte sono succulente e somigliano alle cactacee, ma non hanno areole come nei cactus. Nonostante non siano imparentate l'evoluzione ha portato le caratteristiche dei due a convergere.

 

Il genere è originario delle regioni tropicali dell'Africa e dell'America, dell'India, delle isole Canarie e del Madagascar.

 

É un genere molto ampio, si contano oltre 2000 specie (suddivise in 25 sezioni), la maggior parte sono senza foglie o con foglie molto piccole. Semplificando possiamo suddividere le Euphorbie succulente in 5 gruppi, Caudiciformi (molto sensibili al freddo, ricoverare in inverno a temperature sopra i 10gradi), caulinari (simili ai cactus, più o meno spinose, con o senza foglie), Cespugli succulenti, Cespugli con rami cilindrici , Cespugli con fillocladi (rami a forma di foglia)

 

La caratteristica principale delle euforbie é l'infiorescenza altamente specializzata, chiamata: ciazio. 

Sono piccoli ma numerosi. Possono essere unisessuali o bisessuali. Solitamente uno ciazio é composto da un fiore femminile centrale, dotato di pistillo, circondato da cinque o più gruppi di fiori maschili ridotti ciascuno ad un solo stame. L'insieme dei fiori è avvolto da brattee che formano un ricettacolo a coppa.

 

In generale la crescita in coltivazione avviene tra la primavera e l'autunno con un rallentamento in estate. Solitamente  le specie globose hanno bisogno di molta luce, molte altre crescono meglio con una esposizione a mezz'ombra.

 

La moltiplicazione solitamente avviene per talea (dopo aver fatto asciugare bene) o semina in primavera.

 

Le euforbie contengono un lattice acre e velenoso, quindi é importante maneggiarle con cura e attenzione evitando il contatto con occhi e altre parti sensibili.

In passato la linfa di molte specie erbacee di euforbia è stata tradizionalmente usata come purgante o lassativo. 

 

Principali specie di Euphorbie succulente:
Euphorbia Mammillaris,Euphorbia mammillaris variegata, Euphorbia submammillaris, Euphorbia flanaganii fa. cristata, Euphorbia pugniformis fa. cristata,Euphorbia pseudocactus, Euphorbia canariensis, Euphorbia enopla,Euphorbia  aioensis, Euphorbia Obesa (Euphorbia symmetrica),Euphorbia Obesa x Globosa,Euphorbia meloformis ( Euphorbia valida, Euphorbia falsa, Euphorbia infausta, Euphorbia pyriformis), Euphorbia horrida var. striata, Euphorbia polygona, Euphorbia pulvinata, Euphorbia trigona 'Royal Red' (Euphorbia trigona fma. rubra, Euphorbia hermentiana),  Euphorbia globosa (Euphorbia glomerata),Euphorbia tirucalli, Euphorbia pseudoglobosa, Euphorbia susannae (Euphorbia suzannae),Euphorbia echinus, Euphorbia ledienii, Euphorbia x 'Green Elf' crestata, Euphorbia groenewaldii, Euphorbia opuntioides, Euphorbia decidua, Euphorbia cylindrifolia, Euphorbia françoisi, Euphorbia lophogona, Euphorbia milii, Euphorbia inermis, Euphorbia trichadenia.

 

 

Nelle foto sotto Euphorbia obesa in fiore con in evidenza i ciazi maschili e femminili (con frutto)

DSCF3605.jpg DSCF3604.jpg

Famiglie e Generi | 17-02-20 11:28 | Autore: Sergio | Visite: 1K

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

20-06-2020 Euphorbia schubei

18-07-2020 Euphorbia neohumberti

24-04-2020 Euphorbia pugniformis

02-04-2020 Euphorbia polygona

19-03-2020 Il genere Echinocereus

« Precedente | Articolo 580 di 640 | Successivo »