Articolo

Tylecodon buchholzianus

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia : Crassulacee

Genere: Tylecodon

Nome scientifico :  Tylecodon buchholzianus 

Sinonimia: Cotyledon bucholziana

Sottospecie: Tylecodon buchholzianus subsp. buchholzianus, Tylecodon buchholzianus subsp. fasciculatus, Tylecodon buchholzianus subsp. buchholzianus, Tylecodon buchholzianus subsp. fasciculatus

Etimologia: il genere è l'anagramma di Cotyledon che deriva dal greco κοτῦληδών cotyledón cavità, concavo, per le foglie umbilicate. La specie deriva da Reinhold Wilhelm Buchholz  (1837-1876) uno zoologo tedesco.

Origine : Richtersveld e  aree vicino alla foce del fiume Orange nella Provincia del Capo, Sudafrica.

Habitat :  cresce principalmente all'ombra di arbusti 

Descrizione: Si tratta di una succulenta nana  a crescita lenta, che somiglia ad un piccolo bonsai, che cresce sino a circa 20 cm. La pianta ha un caudex gonfio (caudiciforme). È una specie a crescita invernale, da noi la crescita inizia nel mese di settembre/ottobre sino alla primavera. Dal caudex partono con molti steli ben ramificati di colore da grigiastro a nerastro con rametti laterali generalmente corti, quasi sempre senza foglie.

Nella stagione vegetativa sui rami apicali crescono foglie lineari , lunghe 5-15 mm, glabre.

In tarda primavera, poco prima di entrare in dormienza vegetativa, produce fiori da rosa glabra a rosso (raramente bianchi), con un peduncolo lungo 10 mm , il tubo è lungo 13 mm, i lobi sono ricurvi.

Coltivazione: non è una pianta difficile da coltivare a patto che ci si ricordi che entra in dormienza in estate e quindi va innaffiato con attenzione. Usare un terriccio drenante e posizionare sotto luce intensa. Nella stagione di riposo fornire poca o niente acqua in estate. La temperatura minima invernale non dovrebbe scendere sotto i 5 °C (meglio 8°C). I rami cadono facilmente se urtati ma questo favorisce il mantenimento di un bel aspetto compatto, in ogni caso è possibile potarla durante il periodo di crescita per incoraggiare l'allargamento del caudex. 

Propagazione: abbastanza facile da propagare per talea nel tardo autunno, le foglie cadute a volte producono radici avventizie ma di solito non riescono a produrre germogli.

 

 

foto tratte da Commons Wikimedia

Tylecodon_buchholzianus_02.jpg Tylecodon_buchholzianus_flower_Detail.jpg

Articoli | 25-07-20 10:19 | Autore: Sergio | Visite: 209

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

06-10-2020 Opuntia monacantha

16-10-2020 Crassula marnieriana

30-09-2020 Delosperma lehmannii

15-09-2020 Lithops divergens

02-09-2020 Thelocactus setispinus

« Precedente | Articolo 615 di 640 | Successivo »