Articolo

Info substrati e granulometrie

La rubrica dei consigli

Mi scrive Emiliana per chiedermi un consiglio sugli inerti e sulle granulometrie da utilizzare. Ecco la sua email:

 

Buonasera Sergio

Vorrei fare un ordine di inerti e torba su uno dei siti che consigli. Non li ho usati mai per ora, usavo solo terriccio specifico per cactacee. Sono presenti diverse granulometrie per ogni inerte, non so se mi puoi indicare che tipo di pomice e di lapillo utilizzare. La percentuale di torba consigliata la posso sostituire con un buon terriccio universale?

Forse ciò che ti chiedo è già stato scritto nel sito ma non sono riuscita a trovarlo. 

Grazie!

 

La mia risposta:

 

Ciao Emiliana, é un argomento molto  appassionante e dibattuto ma provo a  rispondere alle tue domande.

Io uso granulometrie diverse in base all'utilizzo che devo farne e alla dimensione delle piante da trapiantare. 

Ti faccio degli esempi per spiegarmi meglio.

A) Semine: inerti da 1 a 5mm (scarto la polvere);

B) Composta per piante piccole (vasetti sino a 10 cm):  granulometria inerti sino a 7mm;

C) Composta per piante/vasi grandi: la granulometria degli inerti può essere anche superiore al cm;

 

La granulometria più grossa degli inerti scartata la uso per riempire 1o2cm di fondo di drenaggio nei vasi questo permette ai fori di drenaggio di non ostruirsi col passare del tempo.

 

Quanto scritto sopra vale per gli inerti o più correttamente ammendanti perché contribuiscono al ph del terreno e rilasciano minerali.

Per quanto riguarda la parte organica cioé il terriccio o la torba la setaccio molto finemente per evitare che ci siano troppi materiali non decomposti, orientativamente max 2/3mm.

 

Io che ho molte piante mi sono autocostruito dei setacci con una cornice in legno e retine con maglie di dimensioni diverse ma in emergenza si possono usare anche le cassette in plastica della frutta quelle che sul fondo hanno reticoli quadrati regolari oppure colini e colapasta!

 

Semplificando, senza voler entrare troppo nello specifico, perché ci sarebbe da scrivere un libro solo su questo argomento ed ogni coltivatore ha le proprie convinzioni, una ottima base di partenza di terriccio per me é: 1/3 di pomice + 1/3 di lapillo + 1/3 di terriccio "organico".

 

La granulometria dei componenti é importante perché, se corretta, garantisce il giusto rapporto di areazione e permeabilitá.

 

Lo so, la parola "terriccio" é generica e apre una discussione a parte, io suggerisco un buon terriccio per acidofile, o in alternativa un buon terriccio universale (e per buon intendo non quello da 1euro del supermercato!).

La torba bionda di sfagno (comunemente usata per le carnivore) sarebbe ancora meglio perché ha un ph acido e un basso tenore di azoto, il che é un bene per le piante grasse, ma é più costosa del terriccio e non é sempre semplice trovarla.

Un buon terriccio universale solitamente contiene giá una percentuale di torba, questa percentuale é riportata dietro al sacco nelle specifiche, insieme, tra gli altri, al valore del PH.

Per le specie più  rustiche mi capita di usare anche terra del mio orto ma bisogna fare attenzione perché  se troppo argillosa alla lunga compatta troppo la composta.

 

Ottimi risultati invece li ho ottenuti con l'aggiunta nella miscela della zeolite e dell'akadama, ammendanti davvero straordinari, ma dal costo più elevato rispetto agli altri e di cui un amatore alle prime armi direi che può inizialmente fare a meno. 

 

Non volevo dilungarmi ma non é facile quando si parla di composte, spero di non averti confuso, ricordati sempre che per una corretta coltivazione la composta é importante ma é solo uno dei tanti parametri insieme alla luce, alla temperatura, all'acqua, all'umidità ecc.

Dico questo perché son convinto che si possa coltivare con successo in pura pomice (fertilizzando) senza dover fare a tutti i costi gli alchimisti cercando la formula perfetta e senza aver grossi problemi! Ho visto personalmente far crescere cactus completamente senza substrato, in acqua fertilizzata, come si fa per le verdure nell'agricoltura idroponica...

 

Ricordati che se devi ordinare inerti come pomice, zeolite, lapillo o altro, tutti gli iscritti a unsitodelcactus hanno diritto al 10% di sconto su Geosism & Nature, che é uno dei negozi online più seri e forniti, per farlo scarica il coupon dalla sezione documenti e utilizzalo prima di completare l'ordine.

 

Buona coltivazione!

 

E voi usate terriccio pronto? Preferite creare il vostro terriccio? Quali inerti usate?

Lasciate un commento sotto l'articolo!

 

20210105_124208.jpg

Articoli | 06-01-21 13:04 | Autore: Sergio | Visite: 122

Commenta prima degli altri!

« Precedente | Articolo 663 di 668 | Successivo »