Articolo

Aiuto!!! Ingiallimento cactus

La rubrica dei consigli

MariaCristina scrive:

Salve,
All improvviso nell' arco di pochi giorni/una settimana , il mio cactus ha avuto un rapido deperimento.
Ingiallimento /tendente al marrone, macchioline chiare e avvizzimento rapido. Sembra come se si stia sgonfiando. Ho fatto ieri il travaso, volevo vedere se le radici fossero bagnate o umide ma non mi sembrava. Inoltre non mi sembra di averla annaffiata in modo eccessivo, ma una tantum anche perché vivo in un appartamento abbastanza caldo, quindi un po' d acqua  anche in inverno non le ha mai fatto male.
Stessa posizione e stesse cura da due anni e mezzo.nessun reale cambiamento.
Grazie. Saluti

 

Il mio consiglio:

Salve Mariacristina, grazie di avermi scritto. 

Purtroppo dalle foto non é chiaro se si tratta di malattia fungina o batteriosi, bisognerebbe tagliarla e vedere la colorazione dei vasi linfatici. Data la rapidità di cui mi parli propendo più per una malattia fungina.

In ogni caso difficile averne certezza se non con esami di laboratorio. 

Per esperienza posso dirti che i myrtillocactus sono inclini a malattie fungine soprattutto se innaffiati in ambienti non abbastanza luminosi (e/o ore di luce inferiori a 12), se c'é ristagno idrico (sottovaso senza fori) e/o se l'umidità atmosferica rimane alta a lungo (>60%). Proprio per questi motivi, la casa, non é l'ambiente migliore perché é difficile fornirgli le condizioni ideali.
Come noi esseri umani se siamo forti superiamo bene e velocemente i malanni, ma basta un periodo di debolezza e ci ammaliamo più facilmente, così é anche per le piante. Non é anomalo quindi vedere piante trattate alla stessa maniera per anni di colpo deperire.

A volte sottovalutiamo (io per primo, per mancanza di tempo, numerosità di piante, ecc), l'importanza del trapianto. Con le innaffiature, in particolare con acqua non piovana ma della rete, i terricci si impoveriscono, e alcuni valori come il PH ad esempio tende più o meno rapidamenente ad alzarsi. A titolo di esempio e in maniera molto semplificata ph più alti di 7,5 impediscono alle piante di assorbire microelementi fondamentali come: Zn, Mn e Fe.

L'ideale sarebbe, quindi, per tenerle sempre in ottima forma, travasarle ogni massimo due anni, nutrirle con concimi a lenta cessione e fornirgli sempre le condizioni corrette (luce/aria/terreno/acqua).
Per cactus inclini a marcescenze è consigliato utilizzare fungicidi sistemici in modo da proteggere preventivamente la pianta, questo perché purtroppo una volta attaccate da funghi c'é davvero poco da fare.

Per la tua pianta puoi provare a tagliare il fusto e se ci sono parti completamente sane farne talee. Negli ultimi articoli  ho provato un nuovo prodotto molto efficace per accelerare la radicazione.

Spero di esserti stato utile.

Buona coltivazione e... continua a seguirmi anche sui social Instagram e Facebook!

 

rubrica_2.JPG rubrica_hghj.JPG

Articoli | 16-03-22 11:01 | Visite: 218

Commenta prima degli altri!

« Indietro | 740 di 757 | Avanti »