Articolo

Mammillaria marksiana

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

Genere: Mammillaria

Specie: marksiana

Etimologia: Il nome del genere è dato per via dei tubercoli simili a mammelle. In mome della specie deriva da H. Marks, compagno di viaggio del noto collezionista F. Schwarz del Messico

Nome comune in messico: Biznaga de Marks

Origine: Durango e Sinaloa, Messico. 

Habitat: vive tra i 400 e 2.000 metri sul livello del mare.  Questa specie è piuttosto rara in natura, e cresce su falesie calcaree sotto la protezione di piante. Nello stesso habitat son presenti Ferocactus schwarzii , Echinocereus subinermis , Opuntia decumbens , Pachycereus pecten-aboriginum e Agave guadalajarana. 

Descrizione: è un cactus dall'aspetto globoso, solitario, di un colore verde brillante e la lana bianca tra le areolee, spine giallee i fiori verde-giallastro. Ad eccezione delle piante del sottogenere Dolichothele , nessun'altra specie di Mammillaria si avvicina all'intensità del giallo che si trova nella M. marksiana. N

Il fusto è solitamente globoso appiattito, verde chiaro, tendente al giallastro se esposta a luce intensa. In natura può crescere fino a 6-10 cm di altezza, 5-12 cm di diametro, tuttavia in coltivazione può raddoppiare di dimensioni. È presente linfa lattiginosa.

I tubercoli sono piramidali, debolmente quadrilatero, nell'ascella c'è solitamente molta lana bianca che la caratterizza, in particolare nella zona di fioritura.

Le spine sono sottili, aghiformi, da giallo dorato a bruno, difficilmente distinguibili tra centrali e radiali, di numero molto variabile, anche all'interno delle areole della stessa pianta, sono lunghe dai 3 ai 10 mm, le piante più giovani hanno più spine di quelle più vecchie.

I fiori sono diurni, spuntano ad inizio primavera, giallo/verde brillante, lunghi 15 mm. Come tutte le Mammillaria sono disposti ad anello sulla crescita dell'anno precedente. I frussi claviformi sono rosso verdastro o violaceo lunghi fino a 20 mm.

Coltivazione: è una specie facile da coltivare soprattutto nei nostri climi. Non cresce velocemente. Innaffiare dalla primavera all'autunno solo quando asciutta. Anche se non richiede terricci particolari sempre meglio un terriccio drenante che asciughi rapidamente per prevenire problemi al colletto. Ha bisogno di luce intensa per rimanere compatta ed avere una bella lanuggine folta. In estate riparare dal sole cocente pomeridiano. Tende a diventare giallastro in condizioni di luce intensa, il che favorisce la fioritura e la produzione di lana e spine,
Resiste a brevi gelate se completamente asciutta. .

Propagazione: semina perchè solitamente solitaria.

 

3f893c4b-4c05-4f02-82d4-aba20f881253.jpg 0bd4aa75-71cf-4283-aa0a-182fac4f194e.jpg enciclovida.mx.especies.145755-mammillaria-marksiana.JPG

Articoli | 24-03-22 14:33 | Visite: 446

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

« Indietro | 738 di 760 | Avanti »