Articolo

Cavallette

Insetti da evitare

In serra spesso mi capita di trovare diversi insetti, ragni, grilli, formiche, libellule e anche animali più grandi come lucertole, rane, rospi e bisce.

Ieri mi sono imbattuto in una cavalletta, si sa che le cavallette fanno danni ai raccolti, soprattutto quando sono numerose. Onestamente non ho mai temuto che un solo esemplare potesse fare troppi danni ed ho lasciato sempre perdere. 

Questa volta però insospettito da alcune piante leggermente in sofferenza mi sono soffermato ad osservare meglio e son rimasto shoccato dai danni che stava facendo.

Le piante apparivano con dei puntini, prive di clorofilla e con danni e lesioni alla epidermide ben visibili. 

Esistono tanti tipi di apparato boccale, tra i principali troviamo insetti con apparato masticatore e quello pungente succhiante. Grilli e cavallette (o locuste) possiedono un apparato boccale di tipo masticatore. Hanno quindi delle mandibole a cui sono collegato appendici in grado di lacerare diversi tessuti.

Purtroppo come spesso avviene per altri nemici delle nostre piante oltre al danno diretto dovuto all'apparato masticatore c'è un danno indiretto, a volte molto più grave del primo: dalle lesioni inferte vengono iniettate e trasmessi microorganismi (procarioti, fitoplasmi, liberibacter, funghi, protozoi e virus) che portano a malattie gravi della pianta.

 

A titolo di esempio pubblico la foto dei danni ben visibili dovuti ad una cavalletta particolarmente affamata

1280px-Wuestenheuschrecke3.jpg e572f081-f51e-4d7b-a8ed-789f8f5d34b6.jpg

Articoli | 31-08-22 14:14 | Visite: 91

Commenta prima degli altri!

« Indietro | 765 di 769 | Avanti »