Articolo

Turbinicarpus lophophoroides

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

Genere: Turbinicarpus, spesso accomunate a Neolloydia.

Specie: lophophoroides

Etimologia: il nome del genere dipende dalla forma del frutto: da túrbo, -inis turbine, vortice, trottola e dal greco καρπός carpós frutto (frutti d'aspetto conico e andamento elicoidale). La specie invece deriva dal greco λόφος lóphos ciuffo, cresta, pennacchio e da φορέω phoréo portare, avere:fatto. Per i tubercoli lanosi. 

Sinonimia: Thelocactus lophophoroides Werdermann 1934, Strombocactus lophophoroides (Werdermann) F. M. Knuth 1935, Toumeya lophophoroides (Werdermann) Bravo & W.T. Marshall 1956, Neolloydia lophophoroides (Werdermann) E. F. Anderson 1986, Pediocactus lophophoroides (Werdermann) Halda 1998

Distribuzione: vicino a Las Tablas, San Luis Potosi, Messico.

Habitat: vive tra rocce calcaree o gessose.

Descrizione: Pianta solitaria, globosa ma depressa all'apice. Lepidermide è di un bel colore blu-verde, raggiunge 5 cm di altezza e 4,7 cm di diametro. Ha tubercoli poco sviluppati, bassi e arrotondati di 2-4 mm di altezza. La spina centrale è una, dritta, da eretta a leggermente incurvata, grigio o biancastra, con la punta più scura. Puo' esssere lunga da 9 a 11 mm . Le spine radiali sono tra 2 e 4, biancastre o grigie, con punte più scure, leggermente divergenti, misurano  8-9 mm.
I Fiori spuntano in tarda primavera/estate, sono bianchi o leggermente rosa,misurano  3,2-3,5 cm di diametro. Frutti verde chiaro.

Coltivazione: E' un genere apprezzato in coltivazione per le dimensioni contenute e per le fioriture già in piante giovani. 

E' abbastanza facile e robusta da coltivare, ha bisogno di terriccio per cactus minerale sabbioso leggermente calcareo. Garantire sempre un ottimo drenaggio ed un vaso profondo per contenere la radice. Puo' essere coltivato in pieno sole, questo favorisce l'aspetto compresso e piatto, ma in estate è meglio proteggerlo dai raggi diretti.
Innaffiare sino a quando le temperature minime restano ben al di sopra dei 10°C e solo se la terra è completamente asciutta dalla irrigazione precedente. Sopporta temperature sino a 5°C ma anche brevi gelate in condizioni di bassa umidità e se completamente asciutta. Fertilizza con un concime a basso contenuto di azoto una o due volte durante la stagione di crescita (evita di farlo nelle prime e nelle ultime irrigazioni).

Riproduzione: Da seme in primavera. 

 

turbinicarpus_lophophoroides.JPG

Articoli | 12-12-22 13:39 | Visite: 140

Commenta prima degli altri!

« Indietro | 783 di 796 | Avanti »