Articolo

Oxalis carnosa
(Oxalis megalorrhiza)

La pianta della settimana. Scheda tecnica

 

Famiglia: Oxalidaceae

Genere: Oxalis

Specie: carnosa

Etimologia. Il nome del genere Oxalis deriva dal greco "óxys" acido e “ἄλς hals” sale, per il sapore acidulo mentre la specie carnosa: deriva da "cáro, cárnis" carne, della carne per via dell'aspetto carnoso, simile alla carne apunto.

Nome comune: Acetosella carnosa, Vinagrillo

Sinonimi: Oxalis rubrotincta,  Oxalis magellanica, Acetosella magellanica, Oxalis carnosum 

Origine: America del sud (Bolivia, Perù, Ecuador Cile e delle Isole Galapagos). In Italia è oramai naturalizzata in Sardegna.

Descrizione: E' una piccola pianta erbacea succulenta perenne con radice tuberosa (bulbi sotterranei). Raggiunge una altezza di circa 10 cm ed un caudice di 3cm nelle piante più vecchie. Le foglie trilobate sono leggermente carnose e somigliano molto al ben più famoso trifoglio (trifolium). Le foglie sono verdi e cadono nel periodo di riposo. I fiori sono gialli e fioriscono tra marzo e maggio. I frutti sono capsula cilindriche lunghi circa 1,5cm. Quando il frutto è maturoesplode diffondendo i numerosi semi marroni della capsula lontano dalla pianta madre.

Coltivazione: E' una pianta rustica. Gradisce una esposizione a mezz'ombra e terriccio ben drenante. Resiste a brevi gelate anche se è meglio ricoverarla in inverno in un luogo asciutto ad almeno 5 gradi °C.

Riproduzione: si riproduce facilmente per seme o per divisione di bulbi.

 

Foto da Google immagini

 

ox_carnosa_.jpg ox_carnosa_caudex.jpg DSCF1814.JPG DSCF1816.JPG

Articoli | 04-04-16 10:13 | Autore: Sergio | Visite: 3K

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

15-09-2020 Lithops divergens

02-09-2020 Thelocactus setispinus

22-08-2020 Pachyphytum oviferum

13-08-2020 Haworthia retusa

01-08-2020 Weingartia kargliana

« Precedente | Articolo 290 di 636 | Successivo »