News

Thelocactus rinconensis

La pianta della settimana. Scheda tecnica

Famiglia: Cactaceae

 

Genere: Thelocactus

 

Nome scientifico: Thelocactus rinconensis

 

Sinonimi: Echinocactus rinconensis

 

Origine: Messico: Coahuila e Nuevo Leon. 

 

Habitat: vive tra i 1200 e i 1900 metri sul livello del mare nel deserto di Chihuahua su suoli calcarei

 

 

Descrizione: Thelocactus rinconensis è un cactus globoso solitario variabile nelle spine. In coltivazione si trovano tre varietà:

- var. nidulan con lunghe spine;

- var. phymatothele con spine molto corte;

- Thelocactus rinconensis subsp. hintonii, endemico del Nuevo Leon distante dalla popolazione principale. 

Il fusto è leggermente depresso, raggiunge 15 cm di altezza e max 20 cm di diametro. Ha un epidermide di color glauco grigio o verde chiaro a volte viola. Si contano da 20 a 31 costole tubercolate. I tubercoli sono conici, allungati verso la punta ma appiattiti sulla parte superiore, lunghi 12-27 mm, larghi 7-15 mm, alti 8-15 mm. La areole sono rotonde o allungate a corca 2 cm di distanza l'uno dall'altra. Le spine sono di di lunghezza variabile, scure, marrone-nero più chiare all'apice, (a seconda del clone possono essere grigie, marroni o gialle). Ha da 0 a 4 spine centrali dritte di lunghezza variabile da molto corte sino a 6 cm. Le spine radiali sono molto simili a quelle centrali, ne puo' avere da 0 a 5, lunghe sino a 3cm.

I fiori sono rosa salmone o biancastro, giallastri nella gola, oppure gialli o magenta con una gola più scura. Le piante di solito non fioriscono fino a quando non hanno almeno 5 anni. 

 

Coltivazione: E' una specie facile da coltivare anche se a crescita lenta da coltivare in pieno sole per tutto l'anno, in estate proteggere nelle ore più torride. Usare un substrato minerale ben permeabile con poca torba. Usare un vaso con fori larghi per assicurare un buon drenaggio. Innaffiare da marzo a ottobre quando ben asciutto ed evitare ristagni perchè le radici sottili e fibrose soffrirebbero. Sospendere le irrigazioni quando la temperatura minima inizia a scendere sotto i 10°C. In inverno asciutti comunque tollerano sino -5°C per brevi periodi . 

 

Moltiplicazione: Raramente produce polloni quindi il metodo più usato è la semina. 

 

 

Altre foto di Thelocactus rinconensis

ae56fe249e93420b489db174f260c1d3.jpg 189a523e-501b-5a96-9180-6302312ac92f.jpg

Lun 11 Marzo 2019 alle 15:13 | Autore: Sergio | Visite: 191

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

20-06-2014 Thelocactus tricolor

24-04-2017 Thelocactus hexaedrophorus

« Precedente | Articolo 409 di 439 | Successivo »