Articolo

Crassula perforata

La pianta della settimana. Scheda tecnica.

Famiglia: Crassulaceae

Genere: Crassula

Specie: perforata

Nome scientifico: Crassula perforata Thunb., Nova Acta Phys.-Med. Acad. Caes. Leop.-Carol.

Nomi comuni: Collana di bottoni, pianta pagoda

Etimologia: Il nome del genere (e anche della famiglia) deriva da crassus grasso, grosso, spesso: per l'aspetto delle foglie. La specie deriva dal fatto che la lamina fogliare se guardata controluce appare come trapassata da minuti forellini.

Sinonimia: Crassula perforata, Crassula anthurus, Crassula connata, Crassula coronata, Crassula nealeana, Crassula patersonia, Crassula perfilata, Crassula perfossa

Origine: Province del Capo (Africa meridionale, Africa)

Descrizione: Pianta molto comune, erbacea sempreverde rustica molto coltivata alle nostre latitudini. E' formata da numerosi fusticini eretti e molto ramificati lunghi sino a 50 cm circa.
Gli steli inizialmente sono teneri e carnosi ma col tempo lignificano diventando marron. 

I fusticini sono ricoperti da piccole foglie triangolari a coppie di color verde chiaro/pisello, lunghe 1cm o poco più. La distanza tra una coppia di foglie e l'altra dipende dalla idratazione e dalla esposizione alla luce. Più la luce sarà forte più l'aspetto sarà compatto. Le foglie lungo i margini, soprattutto  in estate e in inverno assumono colorazioni rossastre. Sono disposte a coppie e la loro particolarità è che se fatte ruotare attorno allo stelo rimangono mobili come perle o bottoni in un filo. 

Fiorisce in primavera da prolungamenti degli steli apicali, i fiori sono colo giallo piccoli e poco appariscenti. 

Coltivazione: Facile, ottima per giardini rocciosi all'esterno. Tende ad essere disordinata col tempo ma basta cimare gli steli per conferirgli nuovamente un aspetto compatto. Gli steli vecchi col tempo rimangono spognli perdendo le foglie, anche per questo in primavera possono essere tagliati vicino alla base in modo da stimolare nuovi getti. Posizionare in un ambiente molto luminoso, preferibilmente protetta dalla luce diretta del sole soprattutto nelle ore più calde in estate.

Nel periodo di vegetazione dalla primavera all'autunno bagnare abbondantemente aspettando che la terra asciughi completamente. In primavera nutrire con un fertilizzante a basso tenore di azoto.

In inverno teme il gelo ma se tenuta asciutta e in ambienti areati resiste a temperature basse anche all'aperto. Ricoverare all'interno se le temperature rimangono per più giorni sotto i 5/6 gradi.

Il terreno deve essere ben drenante ma non ha particolari esigenze, va bene il classico mix standard per cactus (1/3 terriccio fertile, 1/3 sabbione e 1/3 terra di giardino); 

Moltiplicazione: facile per talea di fusti in primavera. Tagliare fusti di 10cm circa non troppo lignificati, lasciar asciugare qualche giorno e posizionare preferibilmente in verticale su terriccio fertile con sabbia mantenuto leggermente umido.

 

pianta-crassula-perforata.jpg d8a4708f-0b78-4979-96a2-459edf4e248a.jpg 85c42e28-afee-4edf-b90a-61502fadcf27.jpg crass_perf_flow.JPG

Articoli | 09-02-24 09:36 | Visite: 82

Commenta prima degli altri!

Ti potrebbe interessare anche:

« Indietro  | 875 di 884 | Avanti »