Articolo

Aiuto innesto di Gymnocalycium!

La rubrica dei consigli

Valentina, un amica del sito scrive: 

Salve Unsitodelcactus, non so se puoi essermi d’aiuto. Spero di sì . Forse ho esagerato nel dare tanta acqua al mio gymnocalycium mihanovichii e il fusto è diventato secco. Le allego la foto per capire meglio . La mia domanda è: si può salvare oppure no ?
Grazie in anticipo per una sua cortese risposta

 

Risposta

Ciao Valentina. Si tratta di un innesto di Gymnocalycium mihanovichii 'Hibotan' completamente privo di clorofilla innestato su Hylocereus. Senza la pianta verde sottostante che fa da portainnesto il G. Mihanovichii privo di clorofilla morirebbe perché é appunto l'Hylocereus a svolgere tutta la fotosintesi clorofiliana e dargli il sostentamento. In questi casi la pianta deve essere coltivata secondo il suo portainnesto.
L'Hylocereus é una pianta delle foreste tropicali dell'America centrale che ama il caldo umido anche in inverno, deve essere innaffiata abbondantemente quando asciutta ed il substrato deve essere abbastanza ricco di nutrimenti ma comunque l'acqua non deve mai ristagnare.
É un tipo di innesto molto commerciale perché fa crescere la marza molto velocemente, attira l'attenzione per via del suo colore acceso ma purtroppo, oltre ad essere un artefatto innaturale, ha una vita molto breve perche la marza "ruba" quasi tutta la linfa al portainnesto portandolo a soccombere o lignificare (raramente supera due anni).
Ahimé per far sopravvivere il G. Mihanovichii sarebbe necessario reinnestarlo su un portainnesto compatibile più duraturo (ad esempio Myrtillocactus o Tricocereus). Se non hai la possibilità di reinnestarlo tienilo così sino a quando sopravvive oppure provea a tagliare l'Hylocereus nella parte sana per farlo nuovamente radicare, in ogni caso non vivrà a lungo. Sino a quando riesce a sopravvivere anche il Gymnocalycium sopra riuscirà ad avere nutrimento.Ho letto su alcuni forum, ma non ho mai avuto modo di provare personalmente, che in rarissimi casi il Gymnocalycium è riuscito a radicare dopo averlo separato dall'hylocereus e dopo diversi mesi ha iniziato a crescere su proprie radici perdendo però il colore rosso acceso e virando ad un rosso/verde, probabilmente non si trattava di un G. 'Hibotan' completamente rosso come il tuo ma di un 'Hibotan-nishiki' che ha anche parti verdi.
Come ultima spiaggia potresti comunque provare e non dimenticarci di farci sapere com'è andata!
Spero di esserti stato utile. Buona coltivazione!

gumno_miha_hi.jpg

Articoli | 03-01-21 09:09 | Visite: 777

Commenta prima degli altri!

« Indietro | 646 di 720 | Avanti »