News

Stapelia Variegata

La pianta della settimana. Leggi la Scheda!

Famiglia: Asclepiadaceae  (o Apocynaceae)
Genere: Stapelia è un genere di piante succulente della famiglia delle Asclepiadaceae (Apocynaceae secondo la classificazione APG) che comprende circa 40 specie originarie dell'Africa meridionale.
Origine: Botswana, Zimbawe e Namibia
Descrizione: La S. variegata è una tra le specie più comuni ed è caratterizzata da fusti eretti e ramificati lunghi fino a 15 cm a sezione quadrangolare di un bel colore verde intenso e spesso screziati di rosso. (rosso scuro se esposti in pieno sole)
Produce fiori molto particolari, stellati, larghi fino a 8 cm, di colore giallo-crema macchiati di bruno con al centro una sorta di anello. Pianta che vive bene in pieno sole avendo cura di proteggerla dai raggi solari nelle ore più calde della giornata. Il sole è una condizione indispensabile per stimolare la fioritura. Ciò che è un limite per queste piante sono le temperature minime che non devono scendere al di sotto dei 10°C. Alcune specie del genere possono anche sopportare temperature più basse ma in questo caso, se sono prolungate, si possono avere dei seri problemi alle radici che rischiano di marcire.
Coltivazione: Nella stagione vegetativa (giugno-settembre) va annaffiata molto generosamente in modo che il terreno sia ben umido ma avendo cura di non far ristagnare l'acqua nel sottovaso che non è tollerata.  Come tutte le succulente temono l'umidità e occorre aspettare che il terreno sia asciutto prima di procedere con la successiva irrigazione.
In inverno le annaffiature vanno ridotte in modo d'avere il terreno appena umido mai completamente asciutto in quanto i fusti avvizzirebbero rapidamente. Solo se le temperature si abbassano sensibilmente occorre ridurre ulteriormente le annaffiature.
Curiosità: Alcune specie di queste piante sono anche conosciute con il nome di "stella dei fiori africani" per il loro fiori a forma di stella ma anche come "fiori carogne" per lo sgradevole odore che emanano i fiori, soprattutto nelle giornate calde, che ricorda quello delle carogne degli animali in decomposizione. Questo odore è molto apprezzato dalle mosche che accorrono provvedendo in questo modo all'impollinazione. Il loro odore inoltre, fa si che molti insetti depongono le uova sui fiori, convinti che sarà un futuro nutrimento per le loro larve.

stapeliavariegata1.jpg stapelia-variegata-1280x1024.jpg

Ven 31 Maggio 2013 alle 10:53 | Autore: Sergio | Visite: 11866

Ti potrebbe interessare anche:

11-11-2016 Stapelia gigantea

13-05-2016 Stapelia leendertziae

« Precedente | Articolo 51 di 348 | Successivo »